Diocesi: Spoleto-Norcia, in festa per san Ponziano

foto SIR/Marco Calvarese

Martedì 14 gennaio la Chiesa di Spoleto-Norcia celebra la festa di S. Ponziano, patrono della Città di Spoleto. Diversi gli appuntamenti di formazione e di preghiera in avvicinamento alla solennità del giovane martire, decapitato il 14 gennaio 175 per non aver rinnegato la fede. Stamattina l’arcivescovo, mons. Renato Boccardo accompagnerà la reliquia del Santo all’Istituto per sovrintendenti della Polizia di Stato “R. Lanari” di Spoleto e presiederà un momento di preghiera con i formatori e i ragazzi che frequentano i corsi. Stasera, presso la parrocchia del Sacro Cuore a Spoleto, l’economista Luigino Bruni terrà una conferenza su “Capitalismo e cristianesimo”. Questo appuntamento rientra nei “Convegni di S. Ponziano” pensati dall’allora arcivescovo Ottorino Pietro Alberti con la finalità di offrire un momento di formazione in prossimità della festa del patrono. La reliquia del Santo sarà poi “in tre significative opere di carità e di prossimità a quanti vivono situazioni di fragilità”: sabato 11 gennaio a Capro di Bevagna presso la casa famiglia della Comunità “Papa Giovanni XXIII”; domenica 12 gennaio messa presso la cappella dell’Ospedale “S. Matteo degli infermi” di Spoleto e lunedì 13 gennaio tra le persone disabili accolte dalle Suore della Sacra Famiglia a “Villa don Pietro Bonilli” a Montepincio di Spoleto. Sempre lunedì 13 gennaio (ore 21), nella basilica cattedrale di Spoleto, una veglia di preghiera presieduta da mons. Riccardo Fontana, arcivescovo-vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro e già arcivescovo di Spoleto-Norcia. Martedì 14 gennaio mons. Boccardo presiederà il pontificale in duomo, che verrà trasmesso in diretta sulla pagina facebook della diocesi di Spoleto-Norcia. Nel pomeriggio in cattedrale i secondi vespri Pontificali e a seguire la processione per le vie del centro di Spoleto che si concluderà nella Basilica di S. Ponziano: come da tradizione il corteo religioso sarà avviato da cavalli e cavalieri, in ricordo del martire definito “felice cavaliere del cielo” e raffigurato quasi sempre a dorso di un cavallo. Dopo la benedizione dell’arcivescovo ai fedeli con la reliquia del Santo, la messa di ringraziamento presieduta da don Edoardo Rossi, parroco dei Santi Pietro e Paolo in Spoleto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy