Commissione Ue: 22 milioni di euro a sostegno di una società polacca per ricerca e sviluppo di nuove cure oncologiche

La Banca europea per gli investimenti (Bei) sta fornendo 22 milioni di euro (più di 100 milioni di zloty polacchi) in finanziamenti a Ryvu Therapeutics, una società polacca che opera nello sviluppo di farmaci in fase clinica e si dedica allo sviluppo di nuove terapie per soddisfare esigenze mediche in oncologia. Il finanziamento è fornito nell’ambito dello strumento di prestito della Bei, adatto alle esigenze di finanziamento specifiche delle società innovative a forte crescita. Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (Fris), parte del piano di investimenti per l’Europa, sostiene questo finanziamento con una garanzia. Questo supporto aiuterà Ryvu a finanziare lo sviluppo di nuovi trattamenti contro il cancro dalla scoperta alle sperimentazioni cliniche. Come obiettivo finale, Ryvu “mira ad affrontare i limiti clinici degli attuali trattamenti oncologici e fornire ai pazienti l’accesso a terapie innovative per i tumori ematologici e solidi”, spiega un comunicato. Grazie alle attività di ricerca e sviluppo con sede a Cracovia, l’investimento aggiuntivo in Ryvu “contribuirà alla creazione di nuovi posti di lavoro e incoraggerà la crescita economica nella regione”. Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo della Commissione Ue, ha dichiarato: “Accolgo con favore questo investimento della Bei, sostenuto dal Piano di investimenti per l’Europa, nella società polacca Ryvu Therapeutics. Questa è un’ottima notizia per la competitività dell’Europa e la sua posizione come centro di ricerca per innovazioni che cambiano e salvano la vita delle persone. Il finanziamento aggiuntivo sarà dedicato alla scoperta, ricerca e sviluppo di trattamenti innovativi per la cura dei malati di cancro. Questi investimenti sosterranno anche l’economia regionale e creeranno posti di lavoro altamente qualificati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy