Sanità: Bisceglie, il Poliambulatorio “Il buon Samaritano” compie un anno e rinnova l’”alleanza per il diritto alla salute di tutti”

Il Poliambulatorio “Il buon Samaritano” di Bisceglie taglia il traguardo del primo anno di attività con una tavola rotonda dal titolo “Pubblico e privato sociale: alleanza per il diritto alla salute di tutti”. Appuntamento lunedì 2 marzo, alle ore 11.30, presso l’auditorium don Pierino Arcieri della sede Epass di Bisceglie, in piazza C.A Dalla Chiesa 12. Ospiti dell’incontro Alessandro Delle Donne, direttore generale Asl Bat, Daniela Balducci di Fondazione Megamark e Angelantonio Angarano, sindaco di Bisceglie. Chiude la tavola rotonda l’intervento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.
Ad Andrea Dell’Olio, direttore sanitario del Poliambulatorio “Il buon Samaritano”, il compito di presentare i dati e i risultati raggiunti dalla struttura sanitaria in questo suo primo anno di apertura.
Il Poliambulatorio è aperto ufficialmente dal 4 febbraio 2019, dopo un periodo di sperimentazione durato 90 giorni. La struttura si fonda sul contributo di 120 volontari, tra cui 40 medici, che offrono gratuitamente le proprie professionalità.
Il Poliambulatorio “Il buon Samaritano” eroga viste mediche specialistiche in maniera completamente gratuita. Si tratta di un servizio sociosanitario nato per contrastare il fenomeno della “sanità negata” e per fornire risposte efficaci alla domanda di salute proveniente in particolare dalle comunità dei territori di riferimento.
Il Poliambulatorio “Il buon Samaritano” è un progetto voluto da Epass (Ente promozionale assistenza sociale sanitaria) onlus e sostenuto dalla Caritas di Bisceglie e dall’Associazione “Don Pierino Arcieri, servo per amore”, con “l’obiettivo tanto semplice quanto complicato di permettere a tutti di curarsi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy