Venezuela: i vescovi incontrano Guaidó. “Pretendiamo che si rispetti la legittimità dell’Assemblea nazionale”

La presidenza della Conferenza episcopale venezuelana prende nuovamente posizione sui recenti fatti relativi alla conferma di Juan Guaidó al vertice del Parlamento. Intanto ieri, mentre è in corso l’assemblea plenaria, i vescovi hanno incontrato proprio il presidente dell’Assemblea nazionale Juan Guaidó.

Dopo che la minoranza dell’assemblea, fedele al presidente della Repubblica Nicolás Maduro, aveva compiuto un blitz eleggendo alla presidenza del Parlamento Luis Parra, impedendo a Guaidó l’ingresso in aula, la maggioranza è riuscita solo a fatica a prendere possesso della propria sede. I vescovi denunciano che martedì scorso “il popolo venezuelano è stato testimone di un altro abuso di potere, quando organi militari, insieme a gruppi di civili controllati dal Governo, hanno tentato di impedire a deputati legittimamente eletti dal popolo l’ingresso nella sede dell’Assemblea nazionale”. Si tratta, secondo la presidenza della Cev, di “un ulteriore sequestro di un’istituzione democratica” e di “una nuova manifestazione dell’ideologia totalitaria di chi detiene il potere politico”. Nella nota si deplora che “un gruppo di parlamentari di opposizione si siano prestati a questo. Non conosciamo gli interessi occulti che ci possano essere dietro alle loro azioni, ma si tratta di un duro colpo alle Istituzioni dello Stato”.
Inoltre, “preoccupa enormemente che alcuni membri della Forza armata nazionale boliviariana, andando contro le norme vigenti, si siano comportati in modo violento verso alcuni deputati”. Scrive perciò la presidenza dell’Episcopato: “Condanniamo quanto accaduto; come cittadini venezuelani che prestano il proprio servizio pastorale al popolo, pretendiamo che si rispetti la legittimità dell’Assemblea nazionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy