Papa in Kazakhstan: “Messaggeri di pace e unità” il motto del viaggio. Nel logo una colomba con un ramo d’ulivo, simbolo di pace

Sarà il settimo Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali che si terrà a Nur-Sultan, capitale del Kazakhstan, nei giorni 14 e 15 settembre prossimi, l’occasione del viaggio di Papa Francesco che avrà inizio il 13 settembre. “Messaggeri di pace e di unità”, il motto. Ne dà notizia oggi la Sala Stampa della Santa Sede che in un comunicato pubblica le parole chiave della visita insieme al logo ufficiale corredando l’immagine con una dettagliata descrizione.
“Nel logo è presente una colomba con un ramo d’ulivo. Le ali sono raffigurate da due mani giunte a voler simboleggiare quelle dei messaggeri della pace e dell’unità – si legge nel comunicato -. Il cuore, all’interno delle ali, rappresenta l’amore, frutto della comprensione reciproca, della cooperazione e del dialogo. Il ramo d’ulivo stilizzato è raffigurato con un’immagine ornamentale tipica kazaka”.
Sullo sfondo “uno ‘shanyrak’ (di colore celeste), elemento della dimora tradizionale del popolo kazako, ‘la yurta’, e, all’interno, una croce di colore giallo. I colori utilizzati, il celeste e giallo, sono gli stessi della bandiera del Kazakhstan; il giallo e il bianco, quelli della bandiera vaticana. Il verde del ramoscello simboleggia la speranza”.
Il motto del viaggio, “Messaggeri di pace e di unità” è riportato “in alto in lingua kazaka, e, in basso, in lingua russa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy