Diocesi: Bolzano-Bressanone, p. Lucian Milasan nuovo presidente del Giardino delle religioni

Il Giardino delle religioni di Bolzano ha un nuovo presidente. Dal 1° gennaio è il sacerdote rumeno-ortodosso p. Lucian Milasan, che subentra a Vincenzo Perriello, rappresentante della comunità Bahai. Nato nel 2007 da un’idea del Katholisches Forum e in collaborazione con la Consulta diocesana delle aggregazioni laicali, diverse comunità religiose e l’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, il Giardino delle religioni è uno spazio verde in cui sono rappresentate le diverse religioni presenti in Alto Adige. Nel corso dell’anno vengono organizzate visite guidate per le scuole e per gruppi ed è il luogo in cui trovano spazio i “dialoghi al Giardino”, ai quali prendono parte rappresentanti religiosi e della società civile. “Questi incontri – sottolinea p. Milasan – hanno sviluppato nel corso degli anni, oltre alla reciproca conoscenza, anche un profondo rispetto e amicizie”. Tra le iniziative promosse lo scorso anno dal Giardino delle religioni, anche la mostra “Ethos universale”. “Alla luce dei pregiudizi esistenti e delle paure della nostra società pluralista – aggiunge p. Milasan – il dialogo interreligioso diventa sempre più importante. Obiettivo del dialogo è quello di comprendere sempre meglio le persone di altre religioni e insieme a loro impegnarsi per la pace e la giustizia”. Come presidente del Giardino delle religioni, p. Milasan guida un gruppo di lavoro che nel corso del 2020, insieme al responsabile diocesano per il dialogo interreligioso, Giorgio Nesler, intende realizzare un breve video informativo sulle comunità religiose che vivono in Alto Adige e un’esposizione pensata come completamento della mostra “Ethos universale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy