Quotidiano

Omicidio George Floyd / 1
Papa:
Papa: "Non tolleriamo qualsiasi tipo di razzismo"

“Non possiamo tollerare né chiudere gli occhi su qualsiasi tipo di razzismo o di esclusione e pretendere di difendere la sacralità di ogni vita umana”, il monito di Francesco al termine dell’udienza rivolto ai “cari fratelli e sorelle degli Stati Uniti”. “Nello stesso tempo – ha proseguito – dobbiamo riconoscere che la violenza delle ultime notti è autodistruttiva e autolesionista”.

Editoria
La Via Crucis diventa una Via Lucis

Sarà in libreria, da domani 3 giugno, per Rizzoli, “I gabbiani e la rondine. La Via Lucis di Papa Francesco” (pp.176, € 10), di Marco Pozza, dottore in Teologia e cappellano del carcere di Padova. È il racconto della Va Crucis celebrata il 10 aprile scorso da Papa Francesco nel pieno della pandemia: non si svolge in mezzo alla folla, nel Colosseo, ma nella piazza San Pietro deserta, sotto lo sguardo dell’antico crocifisso della chiesa di San Marcello al Corso.

Paolo Zucca
Tutte difficili le tappe che portano al Recovery Fund
Paolo Zucca

Il calendario 2020 dovrà prevedere entro ottobre dei Piani nazionali per il miglior utilizzo delle risorse europee che mirano alla difesa dell’ambiente, alla salute e alla digitalizzazione in un ambizioso progetto di rilancio chiamato NextGenerationUe. Serviranno riforme credibili, si dovranno esprimere i Parlamenti. La Ue, come è stato ribadito in queste ore, dovrà valutarle. È un percorso a tappe, ognuna decisiva per le successive. Il traguardo è lontano e non si sa neppure se a ottobre si potrà correre con il contagio domato e l’economia in ripresa. O se il virus, dopo una pausa, tornerà a stravolgere tutto.

Francesco Bonini
2 giugno: un orizzonte di principi e di valori
Francesco Bonini

Nelle scorse settimane il presidente Mattarella ha più volte invitato all’unità, che si basa sul rispetto reciproco. La sola strada per partire ed arrivare alla realtà delle attese concrete dei cittadini, valorizzando le risorse e superando quel reticolo di fazioni, interessi, conflitti che ciclicamente ci penalizza. Si può fare, ma dobbiamo darci concretamente da fare. È il senso della festa della Repubblica, una repubblica plurale, che valorizza e coordina le differenze e tutte le soggettività, non teme di riferirsi a valori alti. Tanto più quest’anno, in cui tutto sembra in discussione. E rischia di rimanere uguale, se non peggiore, se non facciamo sentire chiara e forte la nostra voce.

Santa Sede e Città del Vaticano
Motu proprio su trasparenza e controllo nei contratti pubblici

“Al fine di consentire una più efficace gestione delle risorse, ho ritenuto di approvare un insieme di norme volte a favorire la trasparenza, il controllo e la concorrenza nelle procedure di aggiudicazione dei contratti pubblici stipulati per conto della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano”.  Lo annuncia Papa Francesco nella lettera apostolica in forma di “Motu Proprio” pubblicata oggi.

Morte George Floyd / 1
Vescovi:
Vescovi: "Non possiamo chiudere un occhio"

Nella nazione in cui gli afroamericani hanno il doppio delle probabilità rispetto ai bianchi di essere fermati dalla polizia e ricercati e dove 1 su mille rischia di essere ucciso, sette vescovi statunitensi, a capo di altrettante Commissioni nella Conferenza episcopale, ricordano che il razzismo “è un pericolo reale e presente che deve essere affrontato frontalmente”.

Argentina
Nelle periferie più povere il Governo si affida ai "curas villeros"

Le misure di prevenzione dettate dalle autorità di governo per la città capitale non hanno la stessa applicabilità in luoghi dove vivono migliaia di persone in spazi abitativi ristretti, dove la vita trascorre per lo più nelle strade, dove le strutture sanitarie sono pressoché inesistenti. Una verità semplice, capita subito dai preti di strada di Buenos Aires, ma non compresa da chi scriveva le norme sanitarie. Così, alla fine, la pandemia è arrivata nei quartieri popolari e ora gli sforzi si moltiplicano perché non si incendi tutto come un fuoco in un pagliaio. E il Governo, per farsi ascoltare dalla popolazione più povera, chiede aiuto proprio ai curas villeros.

La ripresa per noi preti
Alessandro Di Medio

L’esercizio di questa settimana è per i preti, ma anche per tutti coloro che con i preti collaborano e che la vita della Chiesa ce l’hanno a cuore: prendiamoci un momento di raccoglimento, con tre bei fogli bianchi e una penna davanti, e proviamo a stilare nel primo l’elenco di quanto la pandemia e la quarantena non sono riuscite ad arrestare del nostro ministero, e continuiamolo; poi facciamo un secondo elenco, quello delle cose nuove che abbiamo compreso o sentito o voluto per noi e le nostre comunità durante la quarantena, e adesso avviamolo; infine un terzo elenco di quanto non c’è stato nei giorni del lockdown, e la cui assenza non ha tolto niente a nessuno (anzi!), e smettiamolo definitivamente.

Pentecoste
Papa Francesco: "Peggio di questa crisi c'è solo il dramma di sprecarla"

Il Papa ha celebrato la prima messa con concorso di popolo – circa 50 fedeli – nella basilica di San Pietro, dopo le misure restrittive imposte dalla pandemia. “Peggio di questa crisi c’è solo il dramma di sprecarla”, il monito, insieme all’invito a vincere le tre tentazioni del narcisismo, del vittimismo e del pessimismo. “Il mondo ci vede di destra e di sinistra”, l’analisi, ma “il segreto dello Spirito Santo è il dono”, tutto il contrario della tentazione di “occupare spazi, reclamare rilevanza, cercare potere”. No alla “tentazione di difendere a spada tratta le proprie idee e andare d’accordo solo con chi la pensa come noi”.

Pentecoste: sentiamoci tutti fratelli anche nella lotta
Cristiana Dobner

Non dobbiamo ritrovarci a osservare il nostro ombelico in quel gioco fra io e me che è inconcludente e dannoso, dobbiamo osare lasciarci trasportare, affidarci in libertà gioiosa, smettere di sproloquiare in un monologo che borbotta stentatamente e, al contrario, slanciarci in una lode serena. Ogni stanchezza interiore allora scomparirà. Ogni tormento e difficoltà troveranno un coraggio cui attingere. Anche in questa Pentecoste in cui non possiamo accogliere il Dono in una notte di veglia corale, alla luce delle fiaccole, a maggior ragione dobbiamo lasciar vibrare la nostra sensibilità interiore all’unisono. Sentirci tutti fratelli e sorelle in una lotta che ci sembra impari e, magari, già carica di sconfitta, mentre lo sguardo può poggiare su Gesù Cristo a cui lo Spirito, il Soffio, ci conduce. Ed è vittoria. Solo allora potremo dare risposta a quegli interrogativi che urgono dentro di noi e fuori, nel mondo, premono con pressione: perché? Che cosa significa tutto questo? Lo Spirito non annulla l’intelligenza, non sbarra la porta alla ricerca, ben al contrario sollecita a collaborare a quel disegno di salvezza di noi che ci sappiamo, tutti, figli di Dio.

Canonizzazione
Fratel Charles de Foucauld: il volto umano di Dio
Fratel Charles de Foucauld: il volto umano di Dio

Fratel Charles, da mistico e contemplativo, ci riporta alla consapevolezza che esistiamo, pensiamo, amiamo, ci muoviamo sempre in Dio anche quando non ci ricordiamo, e che l’uomo non può essere esaustivo in se stesso. Oggi anche noi cristiani, trascurando spesso la dimensione mistica e contemplativa della vita, crediamo che tutto inizi e finisca con la nostra esistenza. C’è l’urgenza di rendere visibile Dio attraverso la testimonianza, vivendo secondo Gesù e il suo Vangelo.

Lettera ai sacerdoti di Roma
Papa Francesco: "Nella tempesta non avete abbandonato il gregge"

“Abbiamo toccato con mano il dolore della nostra gente” e “come comunità presbiterale non siamo stati estranei a questa realtà e non siamo stati a guardarla alla finestra; inzuppati dalla tempesta che infuriava, voi vi siete ingegnati per essere presenti e accompagnare le vostre comunità: avete visto arrivare il lupo e non siete fuggiti né avete abbandonato il gregge”. Lo scrive Papa Francesco nella lettera inviata ai sacerdoti della diocesi di Roma, non avendo potuto celebrare a livello diocesano la Messa crismale.

EUROPA
Primate di Inghilterra e Galles:

È l’appello lanciato dal primate cattolico di Inghilterra e Galles, card. Vincent Nichols, al governo britannico durante la predica di Pentecoste. Nella sua omelia, il primate sottolinea come il governo abbia dato il via libera all’apertura dei negozi dal 15 giugno e dei saloni delle auto dall’1 giugno ma abbia deciso di tenere chiusi i luoghi di culto senza ragioni convincenti.

Proteste a Minneapolis
Vescovi Minnesota:
Vescovi Minnesota: "Una tragedia" la morte di Floyd

Saint Paul e Minneapolis sono conosciute come le città gemelle: insieme formano un’unica area metropolitana, adagiata sulla riva del Mississipi. Dal 25 maggio Saint Paul e Minneapolis sono diventate il centro della rivolta afro-americana, con incendi, saccheggi, atti vandalici nel nome di George Floyd, morto perché un poliziotto bianco per otto minuti lo ha bloccato con un ginocchio sul collo, provocandone il soffocamento.

Da Shangai
Cattolici cinesi:
Cattolici cinesi: "Il Papa ci guida verso l'unità"

Le parole di Papa Francesco pronunciate domenica scorsa sono state accolte con gioia dai cattolici cinesi. Kin Sheung Chiaretto Yan, che vive a Shangai ed è membro della comunità dei Focolari, dice: “Il Santo Padre ci sta guidando nel cammino dell’unità e della comunione”. “Ci sono tuttavia anche situazioni difficili e voci diverse in Cina che dividono e turbano”, perché per lungo tempo le persone sono state divise dalle ideologie.

Cinema
Pupi Avati:
Pupi Avati: "Con il mio film voglio far piacere Dante"

Il regista racconta un progetto che risale al 2002 e che ora finalmente potrà vedere la luce grazie alla presenza di un produttore istituzionalizzato come Rai Cinema. Pupi Avati risponde  alle domande con entusiasmo: “Lo chiamo il film della mia vita perché ci sto dietro da diciotto anni. Non è una fiction, che mi sembra un format un po’ riduttivo”.

Musica
Maurizio Colasanti:
Maurizio Colasanti: "L'arte è un dono di Dio"

Il direttore d’orchestra di fama internazionale e autore di saggi, musica e testi teatrali riflette sull’importanza del tempo “creativo” nella vita dell’uomo e sul suo recente lavoro intitolato “La musica è sfinita”. E spiega che anche la pandemia ha un risvolto utile: “Il Covid-19 ci ha obbligati a una discontinuità con la normalità che credevamo intangibile”.

Politica
Election Day: conflitti su voto amministrativo e referendum

Mentre sulla giornata per ricodare le vittime del Covid-19 le forze politiche hanno trovato un accordo (18 marzo), la situazione resta più complessa per la tornata elettorale. Sulla data delle elezioni regionali e amministrative e del referendum confermativo sul taglio dei parlamentari, non si è ancora raggiunta un’intesa e le contrapposizioni sono forti, tanto che il voto sul relativo decreto-legge – necessario dopo il rinvio della tornata primaverile per l’emergenza sanitaria – è slittato alla prossima settimana.

Memoria liturgica
Paolo VI: 100 anni fa l'ordinazione sacerdotale
Paolo VI: 100 anni fa l'ordinazione sacerdotale

La Chiesa celebra oggi la memoria liturgica di Paolo VI. Al secolo, Giovanni Battista Montini nasce a Concesio (Brescia) il 26 settembre 1897. Succede come Pontefice a Giovanni XXIII e non appena eletto dà idea di portare avanti il progetto iniziato dal Papa Buono: il Concilio Vaticano II. Il momento più difficile sarà quando dovrà decidere di mettere in pratica le decisioni prese dell’assise dei vescovi, fatica alla quale non si sottrarrà mai.

40 anni fa
Walter Tobagi: uomo libero e cristiano coerente

Giornalista di razza (dall’Avvenire al Corriere), convinto socialista, cattolico praticante, frequentatore e animatore nella parrocchia milanese di Santa Maria del Rosario. Tobagi fu ucciso dai terroristi della “Brigata XXVIII marzo” il 28 maggio 1980, a pochi mesi dagli assassinii di Moro e Bachelet. Il suo motto era: “poter capire, voler spiegare”.

App
Urbani Neri:
Urbani Neri: "Con Immuni un contributo per la salute degli altri"

Sembra davvero questione di poche settimane e poi il software di contact tracing scelto dal governo italiano per tracciare i contagi da coronavirus in Italia e quindi tenere sotto controllo la curva dei malati e permetterci di convivere con il virus, sarà a disposizione dei cittadini. Dal 5 giugno, infatti, si inizierà la sperimentazione in tre Regioni: Liguria, Abruzzo e Puglia e poi, se tutto funzionerà bene, verso metà giugno ci sarà la partenza a livello nazionale.

Regno Unito
Il governo introduce un sistema di tamponi e tracciamenti
Il governo introduce un sistema di tamponi e tracciamenti

Un sistema di tamponi e tracciamento verrà introdotto oggi dal governo britannico. Si tratta della novità più significativa da quando il lockdown è partito, nel Regno Unito, il 23 marzo scorso. Chi manifesta sintomi di Covid non dovrà più soltanto isolarsi a casa per sette giorni ma anche chiedere il tampone on line oppure chiamando il numero di emergenza 119. In caso di risultato positivo il contagiato verrà contattato così da rintracciare le persone che ha frequentato.

EUROPA

La presidente della Commissione ha illustrato all’Europarlamento la proposta per l’Europa di “nuova generazione” volta a contenere i danni della recessione e a far ripartire il sistema produttivo più verde e digitale. Il documento articolato ora passerà al vaglio del Consiglio dei capi di Stato e di governo. “La nostra volontà di agire deve essere all’altezza delle sfide che tutti noi affrontiamo”, ha spiegato Von der Leyen. 500 miliardi di sovvenzioni a fondo perduto e 250 di prestiti. All’Italia potrebbero giungere 171 miliardi. Reazioni differenti dalle capitali dei Paesi membri. Conte soddisfatto.

Monastero di Bose
Enzo Bianchi lascia con decreto approvato dal Papa
Enzo Bianchi lascia con decreto approvato dal Papa

Fr. Enzo Bianchi, fr. Goffredo Boselli, fr. Lino Breda e suor Antonella Casiraghi “dovranno separarsi dalla Comunità Monastica di Bose e trasferirsi in altro luogo, decadendo da tutti gli incarichi attualmente detenuti”. È la sofferta decisione presa dalla Santa Sede e comunicata dalla stessa Comunità al termine della Visita apostolica che si è svolta dal 6 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020.

Scuola cattolica
Cssc: "Attenzione per il recupero degli alunni più deboli"

Una maggiore attenzione delle scuole cattoliche, rispetto alle statali, per il recupero degli alunni più deboli e il potenziamento dei più capaci; una minore presenza tra gli alunni di comportamenti disciplinarmente rilevanti; un minore tasso di assenteismo degli insegnanti; una maggiore partecipazione dei genitori. È quanto emerge dal terzo Monitoraggio della qualità della scuola cattolica elaborato dal Cssc.

Giappone
Mons. Joseph Maria Abella è il nuovo vescovo di Fukuoka
Mons. Joseph Maria Abella è il nuovo vescovo di Fukuoka

Il 17 maggio, nella cattedrale di Daimyomachi intitolata a Nostra Signora della Vittoria, con una liturgia eucaristica a numero chiuso a causa del nuovo corinavirus, si svolgeva la cerimonia di insediamento del nuovo vescovo. Papa Francesco ne aveva annunciato già la nomina il 14 aprile, ma a causa delle restrizioni imposte dal pericolo del Covid 19, solo dopo più di un mese il vescovo ha finalmente potuto raggiungere la sede episcopale.

Bambini maltrattati
De Rose: “Intercettare campanelli d’allarme e intervenire”
De Rose: “Intercettare campanelli d’allarme e intervenire”

Oltre 91mila i minorenni vittime di maltrattamento – trascuratezza, violenza subita o assistita – in carico ai servizi sociali, quasi 27 mila quelli privi di cure familiari secondo i dati diffusi da Sos Villaggi dei bambini. E ora, in tempi di coronavirus, è stato segnalato un aumento di violenza domestica contro le donne – davanti agli occhi dei figli piccoli – a causa della reclusione forzata.

Pandemia
Caracciolo: "Siamo stati spiazzati, immaginiamo un futuro diverso"

Il fondatore e direttore della rivista “Limes”, analizza le ricadute economiche e geopolitiche del coronavirus e denuncia “una impreparazione assolutamente ingiustificata” rispetto alla diffusione del virus e dei suoi effetti. Sul piano istituzionale le Regioni a suo avviso si sono dimostrate un ostacolo, così come è mancata una linea comune ed efficace da parte dell’Europa. “Le istituzioni Ue non sono state messe in grado di fornire una risposta a questa situazione”. Speranze? “Che si esca al più presto dalla fase emergenziale per passare a una progettuale”.

Terra Santa / 1
A Betlemme domani riapre la Natività
A Betlemme domani riapre la Natività

“Un segnale di grande speranza e di grande gioia”: così il custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, commenta al Sir la notizia della riapertura domani, dopo tre mesi circa, della basilica della Natività di Betlemme: “Una decisione che giunge dopo l’allentamento delle restrizioni per il Covid-19 nei Territori palestinesi”.

Terra Santa / 2
Patton: “Il Santo Sepolcro è aperto”
Patton: “Il Santo Sepolcro è aperto”

“La Basilica è aperta e non chiusa. È ri-aperta, come è stato deciso, ma non completamente e con restrizioni”. Così il Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, precisa alcune notizie sui media israeliani che parlano della nuova chiusura della Basilica del Santo Sepolcro “a data da destinarsi”, nonostante un precedente annuncio ufficiale della sua riapertura.

Alessandro Di Medio
Custodiamo la nostra casa comune
Alessandro Di Medio

L’uomo che consuma, inquina, brucia e sporca, è anche l’uomo che coltiva, disinfesta, pota, irriga, concima e tutela; per far stare bene il mondo, non serve che ci fermiamo o scompariamo, serve che orientiamo verso il bene comune i nostri slanci, soprattutto in due direzioni: la riduzione dei consumi, che, come abbiamo visto in quarantena, ci è possibile e ci fa bene, e un ripensamento del lavoro in chiave “smart”, con la diminuzione di spostamenti, inquinamento, dispendio energetico, ecc. che ne consegue. Sono questioni ampie, che sicuramente non è in potere del singolo attuare… o forse sì, perché le collettività sono fatte di singoli, e quello che muove le decisioni dei grandi è la direzione in cui vanno i (sempre più vuoti) portafogli dei più numerosi piccoli. Occorre quindi “premiare” aziende e istituzioni che attueranno politiche ecologiche in linea con quanto abbiamo assaggiato nella quarantena, boicottando invece tutti i tentativi di un ritorno/regresso a situazioni precedenti.

Covid-19
In Francia riprendono le messe. Vittoria della libertà di culto

Le celebrazioni di messe e cerimonie religiose con fedeli possono riprendere in Francia già a partire da oggi, sabato 23 maggio, seppur a condizione di rigorose misure di sicurezza. In una nota, i vescovi francesi sottolineano come il decreto varato dal governo “restituisca alla libertà di esercitare il culto, il suo legittimo posto; e che le restrizioni poste su di esso, come su qualsiasi libertà fondamentale, devono essere giustificate e proporzionate”.

La vita si fa storia
Mauro Ungaro

In queste settimane sulle nostre testate abbiamo cercato (e lo faremo anche in futuro) di parlare di Covid-19 non innondando i lettori con i numeri dei positivi, dei clinicamente guariti, delle quarantene o con le dichiarazioni di esperti veri o improvvisati e loro previsioni su un domani che nessuno è ancora in grado di tratteggiare: abbiamo scelto di affidarci al racconto delle storie. Quelle dei sacerdoti che improvvisamente si sono trovati dinanzi una comunità virtuale nelle chiese e con gli oratori vuoti dovendo reinventare assieme ai catechisti e agli altri operatori modi e linguaggi della pastorale; quelle delle famiglie che pur nella preoccupazione per il diffondersi del contagio hanno riscoperto la dimensione dell’essere piccola Chiesa domestica; quelle degli insegnanti privati del fondamentale contatto quotidiano con gli studenti ed impegnati a riempire di umanità e socialità la freddezza delle lezioni online…

Le reti comunicative: un telaio costruito sulle persone
Massimiliano Padula

Fare memoria è sinonimo di vita che si fa storia. Lo scrive Papa Francesco nel Messaggio per la 54ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali (domenica 24 maggio) quando afferma che “l’uomo sarà chiamato, di generazione in generazione, a raccontare e fissare nella memoria gli episodi più significativi di questa Storia di storie”. È questo uno dei compiti del comunicatore cristiano: vivere illuminandosi e nutrendosi del ricordo della vita di Gesù e dalle tante vite che hanno provato a seguirne i passi. Le parole di Francesco sono un richiamo a non dilapidare il patrimonio delle nostre biografie, da intendersi non come sterili resoconti di vite ordinarie, ma come “meraviglie stupende”, capaci rinnovarci e rigenerarci ogni giorno.

Stati Uniti
Trump: “Riaprano i luoghi di culto”

L’ordine perentorio di riaprire già da questo fine settimana tutti i luoghi di culto ha scatenato polemiche e prese di posizione contrarie di diversi governatori. Decisivo sull’intervento è stata la pubblicazione del sondaggio del Pew Research Center che vedeva un calo di gradimento verso il presidente da parte dei protestanti evangelici bianchi, il collegio elettorale più vicino a Trump.

Politica
Burocrazia, Europa, contagi: le tre sfide cruciali per l'Italia
Burocrazia, Europa, contagi: le tre sfide cruciali per l'Italia

Nella settimana che si chiude il governo Conte ha superato due scogli importanti. E’ riuscito a portare finalmente in Gazzetta ufficiale il “decreto rilancio”, dopo un’estenuante attesa che ha fatto seguito ad un’altrettanto estenuante gestazione del maxi-provvedimento, e ha archiviato l’insidioso passaggio parlamentare sulla sfiducia chiesta dall’opposizione nei confronti del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.

Licenziamenti alla Jabil di Marcianise
Vescovo di Caserta:
Vescovo di Caserta: "Disumano in un momento in cui non si vede luce"

“Sono veramente costernato nel sentire del licenziamento dei 190 lavoratori della Jabil, finanche il Governo ha cercato di raschiare il barile per trovare soldi– e speriamo che arrivino – per stare vicino alle persone. D’altro canto, l’emergenza non è ancora finita. Mi sembra veramente una bomba studiata a tavolino questa notizia del licenziamento”. Parla mons. Giovanni D’Alise, vescovo di Caserta.

Pandemia
In Amazzonia il Coronavirus stermina le popolazioni indigene

L’emergenza da Covid-19 diventa una vera tragedia non solo nelle città più colpite dell’America del Sud, come Manaus e Belém in Brasile, o Iquitos in Perù, ma anche nel cuore della foresta. È il caso, per esempio, della cosiddetta triple frontera, il luogo dove si incontrano, lungo il corso del Rio delle Amazzoni, tre Paesi: il Brasile, il Perù e la Colombia. Luogo di commerci e scambi, spesso sporchi, in cui le frontiere sono solo teoriche, come accade tra Leticia, estremo lembo di Colombia divenuta negli ultimi anni meta turistica, e la brasiliana Tabatinga capoluogo dell’Alto Solimões.

50 anni dalla nascita delle Regioni
Pombeni: "Riforma costituzionale di cui c'è bisogno è Senato Regioni"

Nel 1970 l’istituzione delle Regioni a statuto ordinario: la ricorrenza viene a cadere in un momento in cui il dibattito sul loro ruolo è diventato di strettissima attualità. Per cercare di capire le radici storico-politiche dei problemi che sono emersi in questi mesi drammatici per il Paese, può essere utile staccarsi per un istante dalla cronaca quotidiana e ripercorrere il sentiero che ha portato alla loro formazione. Proviamo a farlo con Paolo Pombeni, storico e analista dei sistemi politici.

Musica
Ezio Bosso e l'ingegno musicale multiforme
Ezio Bosso e l'ingegno musicale multiforme

Di tutte le anime musicali che Ezio Bosso ha incarnato nella sua intensissima esistenza rimarrà sicuramente il tratto comune dell’amore verso un’arte che al tempo stesso era disciplina. Contrabbassista diplomato, parallelamente al versante strumentale, coltivato per gran parte della sua carriera, Bosso ha portato avanti anche una vocazione compositiva poi affiancata anche da quella direttoriale.

Editoria
Amirante:
Amirante: "Francesco è la figura più luminosa di questo tempo"

La fondatrice e presidente di Nuovi Orizzonti dedica la sua ultima fatica letteraria al racconto della visita alla comunità da parte di Francesco, che il 24 settembre 2019 ha trascorso una giornata alla Cittadella Cielo di Frosinone. “Abbiamo avuto la sorpresa della visita del Papa e ho sentito il desiderio di condividere quella giornata meravigliosa con più persone possibili”, spiega Amirante.

Oratori
A Milano si lavora per una originale proposta estiva
A Milano si lavora per una originale proposta estiva

Il direttore della Fondazione oratori milanesi racconta come si sta affrontando il lockdown che ha coinvolto, ovviamente, anche i mille centri giovanili della diocesi ambrosiana: “Si è operato con creatività per trasferire on line tante iniziative consuete rivolte ai nostri ragazzi e adolescenti, mantenendo forti relazioni educative e amicali”.

Fase 2
In Europa i luoghi di culto sono ancora in lockdown

Porte delle Chiese ancora chiuse in Europa. Francia, Regno Unito, Irlanda, Belgio, Svizzera. I governi ci vanno cauti e in alcuni casi rimandano le riaperture ai culti religiosi addirittura in estate. I vescovi però si dicono pronti. Ovunque hanno  presentato piani dettagliati per consentire l’accesso ai culti in tutta sicurezza. E insieme ai rappresentanti dei diversi culti, stanno facendo pressing sui responsabili di governo sottolineando che “la libertà di culto è un elemento fondamentale della vita democratica”.

Scuola paritaria: una prospettiva di democrazia
Francesco Bonini

La scuola italiana è una scuola pubblica, come si conviene a una democrazia avanzata, che si articola in una parte statale e una parte non statale, tutte rivolte allo studente. Il punto è che questo principio, che è stato affermato solennemente vent’anni fa, con la legge 62 del 10 marzo 2000, stenta nell’applicazione. Così questa può essere l’occasione: dirigendo i necessari nuovi investimenti sulla scuola in tempi (post)coronavirus prima di tutto sugli studenti (e le loro famiglie), sostenendo la loro attrezzatura multimediale, la formazione continua di tutti gli insegnanti e in fin dei conti la possibilità di scelta tra la scuola statale e quella non statale, che è un fondamentale ed efficiente presidio di pluralismo. La situazione delle scuole paritarie, già molto complicata in questi anni, anche proprio per una non completa attuazione del principio della parità, rischia di peggiorare in modo significativo dopo l’emergenza sanitaria. Saranno necessari nuovi investimenti sulle strutture e le famiglie dovranno fare i conti con una situazione economica piena di incognite.

Ivan Maffeis
Piena cittadinanza alle scuole paritarie
Ivan Maffeis

La scuola paritaria non vuole privilegi, ma che le sia riconosciuto l’importante servizio pubblico che offre e che ruota attorno a un’utenza complessiva di circa un milione di persone, se ai 900 mila allievi aggiungiamo i 100 mila dipendenti, ripartiti su 12 mila scuole. A minarne la sopravvivenza, più che il Covid-19, è una sorta di discriminazione culturale, che impedisce di riconoscere loro piena cittadinanza. Ne porta traccia un vocabolario che ancora le considera “private”, scuole di classe, diplomifici per asini d’oro. Questo pregiudizio ideologico segna un primato, un’eccezione nazionale, che non si riscontra più nemmeno nella laica Europa, dove il muro è caduto e il valore culturale costituito dalle paritarie è riconosciuto e apprezzato.

Didattica a distanza
Cittadinanzattiva:
Cittadinanzattiva: "Ancora troppi studenti esclusi"

Il 92% delle scuole ha attivato la didattica a distanza (Dad) per lo più con lezioni in diretta su varie piattaforme (85%) e una durata media a lezione fra i 40 e i 60 minuti (69%). Lo rivela il sondaggio civico promosso da Cittadinanzattiva che ha coinvolto 1.245 soggetti fra genitori, insegnanti e studenti. Buona la valutazione del lavoro svolto dai docenti in questa nuova veste (per il 60% degli intervistati). Ma si conferma la grande questione della esclusione di tanti studenti.

Messa con il popolo
Bassetti: “Torniamo a manifestare il nostro essere comunità”

“Non si tratta semplicemente della riapertura di un luogo sacro, delle nostre chiese che sono sempre rimaste aperte. Si tratta piuttosto di ritornare a manifestare il nostro essere comunità, il nostro essere famiglia. Del resto, è l’Eucaristia che fa di noi una comunità, una famiglia, perché, come dice san Paolo, noi che ci nutriamo di un unico pane siamo chiamati a formare un solo corpo”. Così il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, in un videomessaggio in vista della ripresa delle celebrazioni con il popolo del 18 maggio.

 

GIOVANNI PAOLO II “Chiediamo la sua intercessione per ripresa celebrazioni comunitarie”

Messaggio Giornata migrante e rifugiato
Papa: "La pandemia ci ha ricordato che siamo tutti nella stessa barca"

“Un dramma spesso invisibile, che la crisi mondiale causata dalla pandemia Covid-19 ha esasperato”. Così il Papa, nel messaggio per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato – che si celebra il 27 settembre 2020 – definisce il dramma degli sfollati interni, menzionato nel suo ultimo discorso al Corpo diplomatico e oggetto anche dei recenti Orientamenti pastorali elaborati dalla sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo umano integrale.

Lutto
Play
È morto il musicista Ezio Bosso

È morto nella sua casa di Bologna il compositore, pianista e direttore d’orchestra Ezio Bosso. Aveva 48 anni. Bosso era nato a Torino il 13 settembre 1971 e si era avvicinato alla musica all’età di 4 anni. Nel 2011 era stato operato al cervello per l’asportazione di un tumore ed è stato anche colpito da una sindrome autoimmune.

Africa
1960-2020: a 60 anni dall’indipendenza
1960-2020: a 60 anni dall’indipendenza

Il 1960 fu ribattezzato l’”Anno dell’Africa”: in dodici mesi, infatti, ottennero l’indipendenza 17 Paesi dell’Africa sub-sahariana segnando un punto di non ritorno nel cammino delle indipendenze. “Sessant’anni dopo il continente si trova ad affrontare le conseguenze economiche del post-Covid e sarà chiamato ad una svolta”, spiega Giovanni Carbone (Ispi).

Instagram
Cesena
fisc Missionari
Qua la distanza sociale è di due metri

I nostri missionari ci scrivono. Padre Tonino Pasolini: “Qua la distanza sociale è di due metri. Con la radio siamo impegnati per gli annunci di servizio pubblico sulla pandemia. Le nostre restrizioni sono simili a quelle che avete voi. Tutte le scuole rimangono chiuse. Tutte le chiese e le moschee sono chiuse. Tutti i confini sono chiusi”, dice il missionario cesenate. Con la radio “Rafforziamo le pratiche sicure. Combattiamo la paura. Soprattutto, combattiamo notizie false e informazioni distorte”.

Dalle Diocesi
Chiesa
Cultura
Politica & Società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.