Papa Francesco: in visita alla Comunità Cenacolo, “aiutate tanti giovani che sono in situazioni come la vostra”

(Foto Vatican Media/SIR)

Papa Francesco si è recato questo pomeriggio presso la sede della Comunità Cenacolo, dove è stato accolto dai circa 25 fratelli e sorelle della fraternità Buon Samaritano, presente a Roma, e da altri provenienti da alcune fraternità sparse per l’Italia, uniti a famiglie nate nella comunità e alle persone assistite regolarmente. Lo rende noto il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni. Dopo aver visto un film sulla vita di San Giuseppe, realizzato dai ragazzi ospiti delle due fraternità a Medjugorje, e aver ascoltato alcune delle storie di accoglienza e rinascita vissute dai membri della Comunità, il Papa ha preso la parola per ringraziare la Comunità Cenacolo e incoraggiare il cammino di questi giovani: “Non avere paura della realtà, della verità, delle nostre miserie. Non avere paura perché a Gesù piace la realtà come è, non truccata; al Signore non piace la gente che si trucca l’anima, che si trucca il cuore” e ha aggiunto: “Aiutate tanti giovani che sono in situazioni come la vostra”. Infine, ha esortato il Papa: “Abbiate il coraggio di dire: ‘Pensa che c’è una strada migliore’”. Nel visitare la sede della fraternità, Papa Francesco ha salutato i presenti personalmente e si è fermato in particolare a benedire la Cappella, costruita dagli stessi membri con oggetti di recupero, a significare anche il rinnovamento della vita di ciascuno all’interno della Comunità Cenacolo. Ha poi pregato insieme a tutti con la preghiera dedicata a San Giuseppe e contenuta nella Lettera apostolica “Patris Corde”, affidando alla protezione del santo il mondo e la Chiesa, e concludendo così l’Anno a lui dedicato. Alle ore 18.20 ha fatto ritorno in Vaticano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy