Papa Francesco: Angelus, in Grecia “ho provato la mistica dell’insieme”

“Ad Atene ho sentito di essere immerso nella grandezza della storia, in quella memoria dell’Europa: umanesimo, democrazia, sapienza, fede”. Dopo l’Angelus nel giorno dell’Immacolata, il Santo Padre si è soffermato sul recente viaggio apostolico a Cipro e in Grecia dove “ho provato la mistica dell’insieme”: “Nell’incontro con i fratelli Vescovi e la comunità cattolica, nella Messa festosa, celebrata nel giorno del Signore, e poi con i giovani, venuti da tante parti, alcuni da molto lontano per vivere e condividere la gioia del Vangelo. E ancora, ho vissuto il dono di abbracciare il caro Arcivescovo ortodosso Ieronymos: prima mi ha accolto a casa sua e il giorno seguente è venuto a trovarmi. Custodisco nel cuore questa fraternità”. Quindi il Papa ha ricordato la conclusione odierna dell’Anno dedicato a San Giuseppe, patrono della Chiesa universale, e del Giubileo Lauretano (10 dicembre).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy