Ordinazione episcopale mons. Baturi: card. Bassetti, “fermati dinanzi ad ogni ferito, ad ogni abbandonato e dimenticato”

foto SIR/Marco Calvarese

“Come Simon Pietro, getta le tue reti, sulla Parola di Cristo, ed esse si riempiranno, quasi senza che tu te ne accorga. Si riempiranno del bene che farai e del bene che tutti ti vorranno, e, tramite te, dell’amore per il Signore Gesù che tu saprai disseminare nei cuori. Possano tutti riconoscere in te un padre e un fratello, un amico e compagno di viaggio e al tempo stesso una guida, tenace e instancabile; un sostegno per quanti vacillano, un custode della speranza che non delude”. Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, nell’omelia per l’ordinazione episcopale di mons. Giuseppe Baturi, arcivescovo di Cagliari, celebrata oggi nel Santuario di Nostra Signora di Bonaria. Un Vescovo che, forte nella fede, abbia verso tutti un cuore capace di accogliere e di comprendere. Il cardinale ha invitato mons. Baturi ad essere “un Vescovo che, chinandosi su ciascuno come il buon samaritano, abbia l’energia di orientare tutti a crescere verso il Signore; che, amando in particolare i sacerdoti, i laici, le famiglie, favorisca al massimo quell’unità e quella comunione, che rappresenta per il mondo la più alta testimonianza della fede”. “Caro fratello, lasciati attrarre da Cristo! Inginocchiati con Lui nel servizio di tutti. Fermati dinanzi ad ogni ferito, ad ogni abbandonato e dimenticato, e, come il buon samaritano, caricalo sulle spalle per portarlo al sicuro. Non stancarti di cercare, come il buon pastore, anche una sola pecorella che si sia smarrita. Come il padre della parabola – ha concluso il card. Bassetti -, aspetta con speranza ogni ritorno a casa. Perdona ogni cosa, insegna e testimonia il perdono, e, ad imitazione di Cristo, offri te stesso in riscatto per tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy