Coronavirus Covid-19: dal Campidoglio il pensiero a tutte le vittime della pandemia e chi la combatte

Bandiere a mezz’asta e minuto di silenzio in tutta Italia a mezzogiorno di oggi, per onorare le vittime dell’epidemia di coronavirus Covid-19. Anche al Campidoglio di Roma si è svolta la cerimonia durante la quale la sindaca Virginia Raggi ha voluto ricordare “i nostri cari e le persone che abbiamo amato. Sono le persone a cui non siamo neanche riusciti a dare l’ultimo saluto”. “È una ferita che unisce il Paese, un dolore che ci rende comunità. Dobbiamo farcela per loro, affinché il loro sacrificio non sia stato vano”, le parole della Raggi che ha sottolineato l’importanza del contributo di chi in questo momento sta lottando per tutelare la salute di tutti, mettendo a rischio anche la propria vita. I medici, gli infermieri, il personale sanitario, le persone che lavorano nei supermercati, nelle farmacie, quelle che guidano autobus, taxi, la Protezione civile e i tanti volontari, le forze dell’ordine e tutti coloro che in questo momento stanno mandando avanti il Paese. “Il sacrificio che ci viene chiesto di restare a casa, è necessario per salvare tutti noi”, ha dichiarato la sindaca di Roma, “Dobbiamo farcela e insieme ce la faremo, per loro e per il Paese”. Il silenzio suonato dalla tromba e l’inno d’Italia ad opera della Polizia municipale di Roma capitale, prima della preghiera dell’Angelus officiata da fra’ Orazio Castorina, rettore della Basilica dell’Ara Coeli di Roma, che ha voluto in questo modo affidare alla Vergine Maria, Salus populi romani, “perché conforti e consoli tutti coloro che in questo periodo, in questi giorni, in queste settimane, offrono il loro sacrificio e anche la loro vita per i fratelli”. Fra Castorina ha rivolto un messaggio di “profonda commozione e sentimenti di affetto sincero nei confronti dei nostri fratelli che piangono per i loro parenti vittime di questo terribile virus”, le parole del rettore della Basilica dell’Ara Coeli di Roma che ha voluto rivolgere al Signore una preghiera di misericordia, di perdono “Che Egli volga lo sguardo sull’umanità intera che soffre, che piange, che spera”.

Altri articoli in Italia

Italia

Informativa sulla Privacy