Per mille strade/Toscana. Un bel segno di speranza per la Chiesa e per il futuro

Partiranno da Pistoia, il 10 agosto, i giovani toscani che il giorno dopo si uniranno ai giovani di tutta Italia per la veglia con Papa Francesco. Quella di Pistoia sarà una giornata regionale di festa e preghiera a cui si uniranno i pellegrini di diverse diocesi toscane. Tra loro anche un piccolo gruppo proveniente da Venezia e i giovani della diocesi Vicenza che percorreranno a piedi alcuni tratti del tracciato della Romea Strata

Appuntamento a Pistoia, il 10 agosto, per i giovani toscani che il giorno dopo si uniranno ai giovani di tutta Italia per la veglia con Papa Francesco. Quella di Pistoia sarà una giornata regionale di festa e preghiera a cui si uniranno i pellegrini di diverse diocesi toscane. Tra loro anche un piccolo gruppo proveniente da Venezia e i giovani della diocesi Vicenza che percorreranno a piedi alcuni tratti del tracciato della Romea Strata. La diocesi di Pistoia sarà impegnata nell’accoglienza, recuperando l’antica vocazione della città di San Jacopo, mèta secolare di pellegrinaggi. La sera 21 è previsto un grande concerto con i Reale, gruppo di “christian rock” italiano.

Tutte le diocesi comunque prevedono percorsi sui luoghi della fede e della carità, pellegrinaggi a piedi su tratti della via Francigena o su altri percorsi. “Se li invitiamo, i giovani sono disposti ad abbandonare il divano2 afferma don Renato Barbieri, responsabile regionale della pastorale giovanile. “L’attesa che abbiamo per i primi giorni di agosto è di far vedere che i giovani ci sono, possono essere coinvolti in imprese belle, che sono disposti a mettersi in gioco: le diocesi hanno provato a invitarli, e i giovani hanno risposto. E’ un bel segno di speranza per la Chiesa, per il futuro”. La proposta delle diocesi toscane riguarda qualcosa di nuovo, ma allo stesso tempo di antico, come un pellegrinaggio: “È una proposta che ha trovato tra i giovani molte adesioni. Evidentemente oltre al nostro invito è soprattutto l’invito del Papa che li ha interpellati: l’attenzione che la Chiesa sta rivolgendo loro è una cosa che li colpisce”.

I percorsi saranno diversi ma tutti segnati da passaggi significativi. I giovani della diocesi di Firenze ad esempio cammineranno da Firenzuola a Castelfiorentino per poi convergere a Pistoia. Il cammino si svolgerà sui passi dei santi e dei testimoni della fede, toccando la scuola di Barbiana fondata da don Lorenzo Milani, il santuario mariano dell’Impruneta, la tomba di Giorgio La Pira.

I giovani della diocesi di Grosseto si uniranno ai giovani della diocesi di Fiesole per un cammino a piedi dal Valdarno a Pistoia. Prendendo spunto dal Volume “I giovani nella scrittura” di don Maria Luigi Epicoco verranno approfondite le figure di Isacco, Giuseppe, Samuele, il giovane ricco e come ultima figura Gesù. Le tappe: San Giovanni Valdarno, Greve in Chianti, Mercatale Val di Pesa, Montelupo Fiorentino, Quarrata, Pistoia. La diocesi di Lucca propone un cammino sul territorio da Lucca a Pistoia, visitando il Volto Santo a Lucca e Sant’Allucio a Pescia per giungere il Duomo di Pistoia. Le tappe: Lucca, Pescia, Pistoia. Le diocesi di Livorno e di San Miniato, unite in un gemellaggio, percorreranno un tratto di Via Francigena al contrario, in direzione nord, da San Miniato a Pistoia. I giovani della diocesi di Montepulciano, Chiusi e Pienza cammineranno da Chiusi a Sinalunga per poi convergere a Pistoia. Il cammino si svolgerà sui passi dei santi e dei testimoni della fede, passando attraverso i luoghi d’arte e di spiritualità come le Catacombe di S. Mustiola, le case di Sant’Agnese e del Beato Brandano. La diocesi di Arezzo, Cortona e Sansepolcro propone un cammino da Castelnuovo Berardenga passando per la Cattedrale di Arezzo dove sono deposte le reliquie di S. Donato e visitando la Pieve di San Pietro a Gropina. Tra gli incontri, quello con Cittadella della Pace di Rondine. La diocesi di Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino propone un percorso sui luoghi d’interesse della diocesi come l’Abbazia di Sant’Antimo e la Collegiata di San Quirico d’Orcia. I giovani della diocesi di Pisa si sposteranno in Puglia, per un cammino sulle orme di don Tonino Bello.

La diocesi di Volterra propone un cammino sulla via Francigena, che attraversa il territorio diocesano. Per i giovani della diocesi di Prato, la proposta è quella di raggiungere Roma a piedi partendo mercoledì 8 agosto da Monterotondo, a circa 25 km dal centro di Roma, fare una sosta con pernottamento nel quartiere di Monte Sacro, per poi spostarsi nel centro della città.

La diocesi di Massa Carrara Pontremoli invece non propone un vero e proprio cammino, ma un campo di lavoro in alcune strutture Caritas.

Altri articoli in Territori

Territori