Giornata domenica senza lavoro: sostengo della Comece alla campagna della European Sunday Alliances per chiedere ai leader Ue un comune giorno di riposo settimanale europeo

In occasione della Giornata internazionale per una domenica senza lavoro, l’European Sunday Alliances (Esa) esorta i leader politici dell’Unione Europea a porre come priorità l’istituzione di un giorno di riposo settimanale comune europeo per i lavoratori – per tradizione la domenica – come sancito dall’art. 2 della Carta sociale europea. “Un giorno intero di riposo a settimana è indispensabile per riprendersi e garantire sia un migliore benessere che una migliore produttività dei lavoratori” e “rafforza la coesione sociale della nostra comunità”, si legge nel comunicato dell’Esa. L’appello è sostenuto anche dalla Commissione degli episcopati Ue. Padre Manuel Barrios Prieto, Segretario Generale della Comece, spiega che un comune giorno di riposo “consente alle persone di trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici, di prendersi cura degli altri, soprattutto dei più vulnerabili, di giocare insieme ai propri figli e agli amici, di divertirsi a contatto con la natura e nutrire la loro vita culturale e spirituale e perseguire interessi e hobby”. “Inoltre – prosegue Barrios Prieto – con la pandemia di Covid-19, la sempre più offuscata conciliazione tra lavoro e vita privata, e l’accelerazione di una ‘cultura sempre attiva’, rendono fondamentale più che mai avere una giornata di riposo chiara e comune”.  La Comece è un membro fondatore della European Sunday Alliance. L’Alleanza è una rete di oltre 100 alleanze domenicali nazionali, sindacati, organizzazioni dei datori di lavoro, associazioni della società civile, Chiese e comunità religiose nell’Unione Europea. L’Alleanza si impegna a sensibilizzare sul valore unico della domenica per la nostra società e sull’importanza di un comune giorno di riposo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy