Onu: Trump, “Nazioni Unite devono ritenere la Cina responsabile delle proprie azioni”

(da New York) “Le Nazioni Unite devono ritenere la Cina responsabile delle proprie azioni”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, nel suo discorso online all’assemblea generale delle Nazioni Unite questa mattina a New York. Il presidente ha attaccato Pechino accusandola di non aver adottato misure adeguate a proteggere gli altri Paesi dalla pandemia. “Nei primi giorni del virus, la Cina ha bloccato i viaggi a livello nazionale consentendo ai voli internazionali di lasciare la Cina e infettare il mondo”, ha continuato Trump. “Il governo cinese e l’Organizzazione mondiale della sanità, che è virtualmente controllata dalla Cina, hanno dichiarato falsamente che non c’erano prove di trasmissione da uomo a uomo”. Il presidente Usa ha continuato la sua lista di accuse includendovi l’inquinamento e i diritti umani. “Coloro che attaccano l’eccezionale record ambientale dell’America ignorando l’inquinamento dilagante della Cina non sono interessati all’ambiente”, ha detto Trump. “Vogliono solo punire l’America. E io non lo sopporterò”. In un clima elettorale infuocato non poteva mancare la lista dei successi presidenziali: “sto mettendo con orgoglio l’America al primo posto”, perché “la prosperità americana è il fondamento della libertà e della sicurezza in tutto il mondo”. Nel suo intervento ha inoltre assicurato che gli Usa sconfiggeranno il virus, distribuiranno il vaccino e garantiranno “un’era di prosperità, cooperazione e pace senza precedenti”. Quest’anno l’assemblea Onu prevede la presenza solo degli ambasciatori. I capi di Stato e di governo stanno inviando i loro discorsi online.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy