Ue: verso il bando dell’isotonitazene, sostanza psicoattiva. “Può causare gravi danni alla salute e in alcuni casi portare alla morte”

Si va verso il bando in tutta l’Unione europea dell’isotonitazene, sostanza psicoattiva. La Commissione ha infatti avviato le procedure per vietare questo oppioide sintetico perché “può causare gravi danni alla salute e in alcuni casi può portare alla morte”. Secondo i dati della Commissione questa sostanza è disponibile nell’Ue almeno da aprile 2019 ed è stata rintracciata in 5 Stati membri: 2 decessi associati all’isotonitazene sono stati segnalati nell’Ue e 21 decessi negli Stati Uniti e in Canada. La decisione di introdurre il divieto si basa su una valutazione del rischio condotta dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze. Si tratta del primo divieto dopo la revisione delle norme Ue sulle sostanze psicoattive, che consentono all’Ue di agire più rapidamente ed efficacemente. “Continuiamo a rimanere vigili e monitorare da vicino l’emergere di nuove sostanze nocive”, ha garantito il commissario per gli affari interni, Ylva Johansson. Una volta entrato in vigore il bando, gli Stati membri avranno 6 mesi per introdurre il divieto nella legislazione nazionale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy