Coronavirus Covid-19: ForumDD e Asvis, “il Reddito di emergenza sia veloce e raggiunga più persone possibili”

Il Forum disuguaglianze e diversità (ForumDD) e l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis) salutano positivamente l’imminente introduzione del Reddito di emergenza (Rem) nel prossimo decreto del governo a sostegno di cittadini e cittadine in grave difficoltà a causa della crisi. Le bozze circolate del decreto, tuttavia, “sollevano dubbi che possono e devono essere risolti”. Secondo le due realtà il Rem “deve essere fornito nel modo più rapido possibile e raggiungere il maggior numero possibile di persone in difficoltà che non siano coperte da altre misure di sostegno, persone che già prima dell’emergenza vivevano in situazioni drammatiche”. Questi due obiettivi si traducono nella possibilità per le persone di richiedere il Rem attraverso “domande semplificate, prevedendo modalità di erogazione molto più rapide rispetto alle prassi abituali. Per raggiungere tutti i potenziali beneficiari è inevitabile, durante l’emergenza, accettare un numero di irregolarità superiore rispetto alle situazioni ordinarie, così come essere disponibili ad investire la spesa pubblica necessaria a coprire chiunque abbia bisogno”. Nella bozza del governo, invece, “assumono un ruolo primario la minimizzazione del rischio di irregolarità procedurale – fanno notare le due realtà – e il contenimento della spesa pubblica dedicata al Rem”.
“Contrariamente a quanto avviene in gran parte dei Paesi nel resto del mondo, sono previste modalità di presentazione della domanda analoghe a quelle usate per altri strumenti (per esempio il Reddito di cittadinanza) e questo può aumentare il rischio che una parte potenzialmente interessata rimanga esclusa, restando esposta all’usura (già in rapido aumento) e alla criminalità organizzata”. “L’opportunità del Reddito di emergenza non va sprecata – concludono -. C’è tempo per orientare meglio il decreto in preparazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy