Giulio Regeni: Conte, “ripresi i contatti tra investigatori”. Giungere alla “verità su questo caso è per noi importante”

(Foto: Presidenza del Consiglio dei ministri)

“Fra qualche giorno ci sarà l’anniversario della scomparsa di Giulio Regeni”. La presenza a Il Cairo di investigatori italiani, dei Carabinieri e della Polizia, “è un segnale positivo perché sono ripresi i contatti tra investigatori. Confidiamo che presto potranno ritrovarsi anche a riprendere la collaborazione il nuovo procuratore generale qui al Cairo e il nostro procuratore capo di Roma”. Arrivare alla “verità su questo caso è per noi importante”. Così il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando la stampa al termine dell’incontro avuto a Il Cairo con il presidente della Repubblica Araba d’Egitto, Abd al Fattah al Sisi.
Dopo aver rivolto “un pensiero affettuoso” ai famigliari di Regeni, il premier ha affermato che “il presidente al Sisi mi ha rassicurato sul fatto che questa collaborazione da parte loro sarà massima, ma l’importante è raggiungere un risultato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy