Sinodo Amazzonia: oggi e domani a Bogotá incontro promosso da Celam e Repam

“Il Sinodo panamazzonico e le prospettive”. Questo il titolo dell’incontro promosso oggi e domani dal Consiglio episcopale latinoamericano (Celam) e dalla Rete ecclesiale panamazzonica (Repam) a Bogotá (Colombia). L’obiettivo, dopo che già si sono ritrovate nelle scorse settimane le Conferenze episcopali dei Paesi amazzonici, è quello di formulare alcune proposte comuni in vista dell’assemblea sinodale di ottobre, a partire dall’ascolto della realtà, dall’analisi dell’Instrumentum Laboris e considerando la Panamazzonia come “soggetto di nuovi cammini pastorali per le proprie comunità”.
Di fatto, viene così accolta la richiesta di Papa Francesco di promuovere la partecipazione durante la fase previa e, al tempo stesso, viene fatta sintesi del vasto cammino di preparazione e ascolto che ha coinvolto le comunità cristiane della regione.
L’incontro sarà aperto dal presidente del Celam, mons. Miguel Cabrejos Vidarte, arcivescovo di Trujillo (Perù), che parlerà del ruolo del Celam nel processo sinodale e post-sinodale. Toccherà, poi, al presidente della Repam, il card. Cláudio Hummes, arcivescovo emerito di San Paolo (Brasile) definire le sfide prioritarie del Sinodo, mentre il vicepresidente della Repam, il cardinale Pedro Barreto Jimeno, arcivescovo di Huancayo (Perù) parlerà delle implicazioni regionali del Sinodo e del processo post-sinodale.
Tra gli altri relatori, il segretario speciale per il Sinodo il neo eletto cardinale Michael Czerny, il segretario esecutivo della Repam Mauricio López, padre Peter Hughes e padre Justino Sarmiento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa