Droga: Squillaci (Fict), “Saviano spiazza al festival di Venezia, ma noi non ci stiamo. In Italia si muore per eroina e cocaina!”

“Saviano spiazza al festival di Venezia, ma ha spiazzato anche noi con la sua affermazione sulla legalizzazione della cocaina. Si continua a mettere al centro la sostanza dimenticando la persona! Ora anche la cocaina! E poi cosa legalizzeremo per combattere le mafie? È possibile che non si consideri mai l’aspetto educativo? Ma che messaggio diamo ai nostri ragazzi? Che sono meno importanti della pur fondamentale lotta al narcotraffico? Che sono vittime sacrificabili sull’altare della legalità ad ogni costo?”. Sono le domande che pone Luciano Squillaci, presidente Fict, dopo l’uscita di Saviano presentando a Venezia 76 “Zerozerozero”, la serie tv kolossal con la regia di Stefano Sollima.
“Noi non ci stiamo: concordiamo sulla necessità di contrastare con forza i mercanti di morte – continua il presidente della Fict -, ma mettendo in campo, come più volte ribadito, una campagna educativa che promuova il concetto di benessere soprattutto a tutela dei giovanissimi. Attenzione a fare proclami senza conoscere le conseguenze che una droga pesante come la cocaina provoca”. E conclude Squillaci: “In Italia si muore per eroina e cocaina!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa