Diocesi: Tursi-Lagonegro, impegno educativo al centro della programma per il nuovo anno pastorale. Il vescovo Orofino, “sfida urgente”

L’aspetto educativo sarà centrale nel percorso per l’anno pastorale 2019-2020 della Chiesa di Tursi-Lagonegro dedicato al tema “…per il bene integrale delle persone. La sfida educativa”, presentato dal vescovo, mons. Vincenzo Orofino. L’occasione è stata l’assemblea diocesana tenutasi a Francavilla in Sinni (Potenza), nel corso della quale è stata presentata anche l’agenda pastorale. Nella sua relazione il presule ha definito il “disastro educativo” del nostro tempo come una grande “sfida urgente e inderogabile” per la Chiesa e per l’intera comunità cristiana che deve porsi come “comunità educante”. Da mons. Orofino l’invito a sintonizzarsi con gli insegnamenti e il magistero di Papa Francesco, promuovendo l’alleanza educativa tra parrocchia, famiglia e scuola. Ricordando che la diocesi ha istituito la “Commissione per l’educazione, la scuola e la pastorale giovanile”, il vescovo ha spiegato che “il senso profondo del gesto educativo parte dal desiderio di un incontro, di un annuncio che porti gioia nel cuore dell’uomo, e quindi da un’attesa innata alla quale occorre rispondere”. Di fronte a questa domanda “l’educatore vero non assiste impotente all’inerzia dell’educando o alla sua intraprendenza, non resta imbrigliato dalle domande dell’educando ma va oltre, se ne prende cura, lo prende in custodia, assume su di sé il destino dell’altro, provoca la sua libertà con l’intento di far venire a galla ciò che di più autentico abita nel suo cuore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa