Papa Francesco: telegramma di cordoglio per la morte del card. Etchegaray, “ha profondamente segnato la vita della Chiesa”

Un cardinale che “ha profondamente segnato la vita della Chiesa in Francia e della Chiesa in generale”. Così il Papa definisce il card. Roger Etchegaray, presidente emerito del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e del Pontificio Consiglio “Cor Unum”, in un telegramma di cordoglio per la sua morte – avvenuta ieri in Francia -, inviato a mons. Marc Aillet, vescovo di Bayonne. “Da Bayonne, sua diocesi d’origine, a Marsiglia di cui è stato arcivescovo – prosegue Francesco – fu un pastore zelante e amato dal popolo che era stato chiamato a servire. Chiamato a Roma da San Giovanni Palo II, prima alla guida dei Pontifici Consigli Giustizia e Pace e Cor Unum e poi come vice-decano del Collegio dei cardinali, fu consigliere ascoltato e apprezzato, particolarmente nelle situazioni delicate per la vita della Chiesa nelle differenti regioni del modo”. “Conservo un ricordo commosso di quest’uomo la cui fede profonda e il cui sguardo si è rivolto alle periferie della terra – confida Papa Francesco nel telegramma – sempre allerta quando si trattava di annunciare il Vangelo agli uomini di oggi”. “Che il Signore accolga il suo Servitore nella pace e nella gioia senza fine!”, l’auspicio del Santo Padre, che estende la sua benedizione apostolica, “oltre ai vescovi che saranno presenti, ai parenti del cardinale defunto, ai suoi antichi fedeli di Marsiglia e a tutte le persone che prenderanno parte alla celebrazione delle esequie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia