Nuovo governo: Griffini (Aibi), “dal programma scomparsa la riforma dell’affido. Bibbiano già dimenticato?”

“Apprendo con stupore e delusione che dal programma del nuovo Governo e nonostante le rassicurazioni del Movimento Cinque Stelle sia alla fine scomparsa la riforma dell’affido. Peccato. Si tratta di un’occasione persa”. Lo ha dichiarato il presidente di Amici dei Bambini (Aibi), Marco Griffini, a proposito del programma in 29 punti del “Conte bis”.
“Una sparizione inquietante – ha spiegato Griffini – perché solo pochi giorni fa, il 30 agosto, in occasione del colloquio avuto dallo stesso Movimento con l’allora presidente incaricato Giuseppe Conte, era stato presentato un documento programmatico in 20 punti che erano stati definiti prioritari dallo stesso capo politico, l’onorevole Luigi Di Maio. Tra questi punti, al numero 12, compariva la ‘revisione del sistema degli affidi e delle adozioni’. Un punto ovviamente ancora più importante alla luce delle vicende di Bibbiano”.
Amici dei Bambini sottolinea da tempo le priorità per tutelare i minori fuori famiglia: tra queste l’introduzione della figura dell’avvocato del minore in ogni caso di intervento istituzionale e il rilancio dell’adozione internazionale attraverso la delega della presidenza della Commissione adozioni internazionali (Cai) al Ministero della Famiglia, mai avvenuta.
“Speriamo –ha concluso Griffini – che il nuovo Governo, cui vanno i nostri auguri per un buon lavoro, si dimostri, nonostante questo poco promettente incidente, attento ai temi della famiglia e dell’infanzia in difficoltà. Noi, come consuetudine, non cesseremo la nostra funzione di pungolo in tal senso, perché tante sono le cose da fare e, soprattutto nel campo dell’adozione internazionale, tanto è stato il tempo sprecato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy