“Il Cortile di Francesco”: Assisi, Salgado proietta l’Amazzonia sulla basilica di San Francesco

Per la prima volta verranno proiettate sulla facciata della basilica superiore di San Francesco d’Assisi le immagini del nuovo progetto fotografico di Sebastião Salgado sull’Amazzonia. Sarà un evento nell’evento poi il dialogo, con parole e immagini, tra il card. Gianfranco Ravasi e Salgado che chiuderà, il 22 settembre, “Il Cortile di Francesco”. “In-Contro. Comunità, popoli, nazioni” è il titolo della quinta edizione della manifestazione che si terrà ad Assisi dal 19 settembre e vedrà personalità della società civile, del mondo della religione, dell’arte e del giornalismo, a confronto sui temi dell’economia, della comunicazione, dell’ambiente e del dialogo tra culture e mondi differenti. L’apertura dell’evento sarà affidata al direttore dell’Earth Institute alla Columbia University, Jeffrey Sachs, con una lectio sul futuro dell’economia internazionale. Tra gli appuntamenti anche lo spettacolo teatrale di Giancarlo Giannini che reciterà alcuni passi del Cantico delle Creature, dell’Eneide e di Leopardi. Saranno più di 70 i relatori e 42 gli incontri in programma, raggruppati in quattro sezioni: Comunità stanziali e comunità in transito; Conoscenza e formazione; Economia Globale; Habitat. L’evento è organizzato dal Sacro Convento di Assisi, dal Pontificio Consiglio della Cultura e dell’associazione “Oicos riflessioni”. “Il compito del ‘Cortile di Francesco’ è quello di superare nella parola in-contro quel trattino, senza però ignorarlo. È l’autentico dialogo – dichiarato il card. Ravasi – che spinge ‘le comunità, i popoli, le nazioni’, come recita il sottotitolo, a muoversi in un confronto reciproco: è il momento dell’in. Esso, però, non ha come meta l’omologazione indifferenziata e superficiale o una mera convivenza. Fondamentale è anche quel contro che rimanda al riconoscimento delle diversità, una conoscenza fatta di rispetto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia