Guatemala: sale la tensione politica. Coprifuoco in sei dipartimenti e arresto per Sandra Torres, dopo la sconfitta al ballottaggio per le Presidenziali

Torna alta la tensione politica in Guatemala. Il presidente uscente Jimmy Morales ha decretato il coprifuoco in tutto il dipartimento di Izabal e in altre decine di municipi dei dipartimenti di Petén, El Progreso, Zacapa, Alta Verapaz, Baja Verapaz. La decisione è stata presa dopo l’uccisione di tre soldati, i cui corpi sono stati ritrovati a El Estor, nell’Izabal. Secondo il presidente, le uccisioni sono da mettere in relazione al narcotraffico e il provvedimento mira a dotare l’esercito di mezzi per poter difendere il territorio. Una scelta che suscita qualche inquietudine, soprattutto in un momento di transizione politica, data la fragilità delle istituzioni democratiche nel Paese e il potere che continua a essere detenuto dalle forze armate.
L’altra notizia è l’arresto per finanziamenti illeciti di Sandra Torres, che solo poco più di tre settimane fa aveva partecipato al ballottaggio delle elezioni presidenziali, risultando sconfitta da Alejandro Giammattei. Il Tribunale speciale elettorale ha stabilito che in questo momento la politica guatemalteca non gode dell’immunità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia