Consumi: Coldiretti, “giro di affari per il biologico a 5,8 miliardi, crescita del 264% in 10 anni”

“Sale a 5,8 miliardi il giro di affari del biologico, tra consumi nazionali ed esportazioni, con un aumento record del 264% negli ultimi dieci anni”. È quanto emerge da una elaborazione della Coldiretti sulla base dei dati Nomisma relativi al 2018 in occasione del Sana, il Salone internazionale del biologico, che si tiene da Bologna dal 6 al 9 settembre dove per la prima volta arriva il mercato di Campagna Amica degli agricoltori biologici italiani provenienti da tutta la Penisola. “Le esportazioni – sottolinea la Coldiretti – hanno raggiunto il valore di 2,3 miliardi per effetto di una crescita impetuosa con un balzo del 597% nell’ultimo decennio, ma è stato sostenuto anche l’aumento dei consumi interni che hanno raggiunto il valore di 3,6 miliardi con un aumento del 178% nello stesso periodo”. La tendenza positiva, secondo Coldiretti, continua anche nel 2019 con le vendite nella grande distribuzione organizzata in aumento del 5% nel primo semestre. “La crescita del mercato spinge la produzione con l’Italia che è leader europeo nel numero di imprese che coltivano biologico con quasi 79mila operatori coinvolti. L’incremento rispetto all’anno precedente è di oltre il 4% secondo i dati Sinab. È di circa 2 milioni l’estensione del terreno coltivato bio nel 2018 con un incremento rispetto al 2017 di quasi il 3%. Dal 2010 gli ettari di superficie biologica coltivata sono aumentati di oltre il 75%, e il numero degli operatori del settore di oltre il 65%. L’incidenza della superficie biologica in Italia – conclude la Coldiretti – ha raggiunto nel 2018 il 15,5% di quella totale nazionale, e questo posiziona l’Italia di gran lunga al di sopra della media dell’Unione europea ma i dati confermano anche il primato dell’Italia in Europa per quanto riguarda il numero di operatori”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy