San Vincenzo de’ Paoli: quindici giovani entrano a far parte della Conferenza di Sant’Antimo

Carichi di entusiasmo ed energia, quindici giovani campani sono entrati ieri a far parte della Conferenza S. Vincenzo Ferreri di Sant’Antimo (Na). Giovani che, dopo un periodo di formazione, hanno deciso di impegnarsi nella San Vincenzo a favore dei più poveri. Ad accoglierli p. Salvatore Farì, superiore della Casa dei missionari vincenziani di Napoli. “L’esperienza diretta è il modo migliore per coinvolgersi – dichiara Antonio Gianfico, presidente nazionale della Società di San Vincenzo de’ Paoli –. Le esperienze vissute lasciano un segno molto più profondo di quelle che vengono soltanto ascoltate. Questi ragazzi hanno seguito tutti un percorso che ha permesso loro di sperimentare in prima persona la vita e le attività dell’associazione prima di entrare a farne parte a tutti gli effetti come volontari”. Gianfico sottolinea che i ragazzi chiedono concretezza: “Spesso – spiega – quando i rappresentanti di un’associazione incontrano i giovani, si soffermano un po’ troppo a parlare della propria realtà, a raccontare i traguardi raggiunti e la storia della propria organizzazione. È giusto diffondere i valori della propria associazione, ma questo non avvicina i giovani. I ragazzi sono persone d’azione, hanno propri ideali e mal si conformano a quelli che gli vengono presentati e non spiegati. A quelli che non possono vivere direttamente. Il vero modo per attrarre i giovani è far loro sperimentare direttamente la bellezza della gratuità, del dono di sé, il piacere di condividere interessi che vengono condivisi e non imposti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa