Immigrati: Varisco (curatore Rapporto), “si registra una separazione tra noi e loro”

Oltre 5 milioni di cittadini stranieri vivono regolarmente in Italia. Su di loro si concentra il Rapporto presentato oggi dalla Caritas italiana e dalla Fondazione Migrantes. “Vivono accanto a noi”, ricorda il curatore dello studio, Simone Varisco. “La separazione ‘noi-loro’ è una barriera già presente nel mondo, anche in quello della Chiesa. Abbiamo chiesto di commentare il tema del Rapporto, ‘Non si tratta solo di migranti’, alla senatrice Liliana Segre, all’esperto di comunicazione Mario Morcellini e al filosofo Massimo Cacciari. Nelle tre interviste, si nota una convergenza sul concetto di separazione”. Riguardo ai dati del Rapporto, la presenza di stranieri regolarmente residenti in Italia è in lieve aumento rispetto all’anno scorso, “ma niente che faccia immaginare un’invasione”. Il ricercatore ha poi sottolineato altri due elementi che emergono dal Rapporto: “Oltre 300mila imprese di cittadini extracomunitari ridanno vita ad alcuni territori come in Campania. E si registra il calo del 23% delle acquisizioni di cittadinanza anche nel nostro Paese che era stato leader in passato in Europa”. Nel corso della conferenza, è stato presentato il documentario “Corridoi di vita”, a cura di Vito D’Ettorre, prodotto da Tv2000 che verrà trasmesso domenica 29 alle 23. “Queste persone vengono da posti infernali – ha ricordato il giornalista -, anche se la parola non rende bene l’idea. L’integrazione non è un fatto scontato, è un processo complicato e la Chiesa italiana ha fatto un lavoro enorme”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia