Sicurezza scuole: Cittadinanzattiva, 1 crollo ogni 3 giorni. In area sismica 2 su 5. Siglato protocollo con Miur

Tra settembre 2018 e luglio 2019 sono stati ben settanta gli episodi di crolli e di distacchi di intonaco negli istituti scolastici italiani. Lo rivela la XVII edizione di “Imparare sicuri”, il Rapporto 2019 dell’Osservatorio civico sulla sicurezza a scuola di Cittadinanzattiva, presentato questa mattina a Roma alla presenza del ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti. Dal report, che sulla base di dati raccolti con diverse modalità analizza 6.556 edifici scolastici di 20 regioni, campione rappresentativo degli oltre 40mila presenti su tutti il territorio nazionale, nello scorso anno scolastico si è verificato un crollo ogni tre giorni di scuola, di cui 29 in regioni del Nord (Piemonte 6, Lombardia 16, Emilia Romagna 4, Veneto 2, Trentino Alto Adige 1); 17 nel Centro (Toscana 5, Lazio 10, Umbria 1, Marche 1); 24 nelle regioni del Sud e nelle Isole (Campania 8, Puglia 6, Calabria 2, Sicilia 7, Sardegna 1). Tra studenti e adulti, 17 i feriti. Dal 2013, si legge nel report, sono 276 i casi di crollo. Più di due scuole su cinque si trovano in una zona ad elevata sismicità. Nel corso della mattina è stato sottoscritto dal ministro Fioramonti e dal segretario generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, un protocollo di intesa  fra Cittadinanzattiva e Miur, finalizzato ad una progettazione congiunta volta alla promozione di educazione civica, cultura della legalità, sicurezza, sviluppo sostenibile, corretti stili di vita e cittadinanza attiva nelle scuole.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy