Rifugiati: Unhcr, conferito ieri il Premio Nansen ai corridoi umanitari

Si è svolta ieri sera la cerimonia di premiazione per il Premio Nansen per i rifugiati dell’Unhcr (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati), vinto per la regione Europa dai corridoi umanitari. A ricevere il premio presso la residenza dell’ambasciatore norvegese a Roma rappresentanti delle realtà promotrici del programma: Comunità di Sant’Egidio, Cei-Caritas Italiana, Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (Fcei) e Tavola valdese, premiati per aver assicurato, in collaborazione con il ministero dell’Interno e al ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, a oltre 2.000 rifugiati e persone con esigenze specifiche un canale sicuro per ricevere protezione e la possibilità di ricostruirsi un futuro migliore in Italia. “I corridoi umanitari rappresentano una via sicura per le persone costrette a fuggire da guerre e persecuzioni, una delle poche alternative ai pericolosi viaggi in mare”, ha dichiarato Roland Schilling, rappresentante regionale Unhcr per il Sud Europa. La cerimonia di premiazione si è svolta proprio nel giorno in cui è arrivato un altro corridoio umanitario dal Libano, permettendo a 91 rifugiati siriani di arrivare in dignità e sicurezza in Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy