Giornata senza vittime stradali: mons. Hollerich (Comece), “vi supplico di rispettare le regole e guidare in modo che la vita sia salvaguardata”

(Bruxelles) Oggi è la giornata che ha come obiettivo che in tutta l’Europa non muoia nessuno sulle strade. È la quarta edizione del #progettoEdward, voluto dalla Rete europea di polizia stradale (Tispol) per sensibilizzare sulle norme di base per la sicurezza stradale ed evitare che, secondo dati Tispol, 70 persone muoiano ogni giorno sulle strade in Europa. Conferenze e iniziative di vario genere si stanno svolgendo in questa giornata, con appelli alla prudenza, al rispetto delle norme e dei limiti che rimbalzano sui social per sostenere la campagna #ProjectEdward. Anche la Commissione degli episcopati dell’Unione europea (Comece) partecipa all’iniziativa oggi, con un videomessaggio del suo presidente, mons. Jean-Claude Hollerich: “Troppe persone muoiono sulla strada, conducenti, giovani, anziani, pedoni, passanti. È così triste avere queste morti, famiglie strappate!”, dice il futuro cardinale. “È per questo che vi chiedo, vi supplico, di rispettare le regole e guidare in modo che la vita sia salvaguardata, la vostra e quella degli altri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa