Diocesi: Caltanissetta, sabato traslazione in cattedrale delle spoglie di mons. Giovanni Jacono

La Chiesa nissena si prepara a festeggiare, sabato 28 settembre, la traslazione in cattedrale delle spoglie di mons. Giovanni Jacono (1873/1957), quinto vescovo di Caltanissetta. Le spoglie di mons. Jacono, finora sepolte nella cattedrale di Ragusa, saranno oggetto oggi pomeriggio di una “recognitio”, a cura di un Tribunale appositamente nominato dal vescovo di Ragusa, mons. Carmelo Cuttitta. Alle 15, nella cattedrale ragusana, alla presenza del vescovo di Caltanissetta, mons. Mario Russotto e di una delegazione del presbiterio nisseno, il corpo di mons. Jacono sarà disseppellito ed esaminato. Domani, alle 20, mons. Cuttitta presiederà una solenne celebrazione eucaristica con i resti mortali del Servo di Dio, di cui rimarrà una reliquia insigne nella cattedrale di Ragusa. Le spoglie di mons. Jacono saranno accolte sabato alle 9.30 al seminario vescovile, accompagnate da una delegazione della diocesi di Ragusa, che ne consegnerà il corpo alla diocesi nissena, per la quale si è speso con grande generosità per 35 anni, dal 1921 al 1956. Dal seminario, alle 10, la bara sarà portata in processione da tutti i sacerdoti diocesani in cattedrale, dove alle 10.30, mons. Russotto presiederà la solenne celebrazione eucaristica. A conclusione della celebrazione, la bara di mons. Jacono sarà collocata nella cappella della Misericordia, in attesa di predisporre un adeguato sarcofago di marmo. Mons. Jacono, noto anche come “il vescovo buono”, esempio di povertà e modello di preghiera e di cura pastorale per la Chiesa e per gli ultimi della società, è stato proclamato venerabile con decreto di Papa Francesco l’8 novembre dello scorso anno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy