Siria: vescovi di Aleppo, “siamo entrati nell’oblio, basta con sanzioni internazionali”. Ai connazionali all’estero, “tornate”

“Ringraziamo per gli aiuti delle Chiese che donano con generosità. Invitiamo i nostri fedeli che sono all’estero a tornare. Qui ci sono le possibilità per ricominciare a vivere. Tornate in Siria”. Così i vescovi cattolici di Aleppo nel corso di una riunione nella quale hanno voluto ringraziare per quanto ricevuto da Aiuto alla Chiesa che soffre per la martoriata Siria in occasione del viaggio di solidarietà di Acs Italia, dal 23 al 26 settembre, guidato dal direttore Alessandro Monteduro con l’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini. Dal 2011 ad oggi, Aiuto alla Chiesa che soffre internazionale (Acs) ha donato oltre 36 milioni di euro per la ricostruzione di chiese e case, per l’assistenza a famiglie cristiane, anziani, disabili, per il sostegno a scuole e ospedali. “Siamo entrati nell’oblio”, hanno denunciato i vescovi, che chiedono alla comunità internazionale di rimuovere le sanzioni internazionali: “Basta con le sanzioni che impoveriscono ogni giorno di più i siriani”, “sono contro i diritti umani e disumane perché penalizzano la popolazione tutta”.
Durante l’incontro, un momento è stato dedicato alla preghiera per la pace in Siria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy