Libri: “Chiamati a libertà”, scritti e testimonianze su don Barbareschi, prete “ribelle per amore”

In occasione del primo anniversario della scomparsa, un libro ripercorre la vicenda umana e cristiana e il pensiero di don Giovanni Barbareschi, sacerdote della diocesi ambrosiana, partigiano e cultore della memoria dei “ribelli per amore”. Curato da don Giuseppe Grampa e con un testo introduttivo dell’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, il volume “Chiamati a libertà” offre una inedita autobiografia del sacerdote ambrosiano, “Aquila randagia” – come lui stesso si definisce –, protagonista della Resistenza milanese, educatore e stretto collaboratore del card. Carlo Maria Martini, oltre a suoi testi e una ricca selezione di testimonianze autorevoli. Il volume sarà presentato martedì 1° ottobre, alle ore 21, presso la chiesa di San Giovanni in Laterano, in piazza Bernini a Milano, con gli interventi di Anna Scavuzzo (vicesindaco di Milano), Valerio Onida (presidente emerito della Corte Costituzionale), Vito Mancuso (teologo). Il volume si compone di cinque parti. La prima parte propone una testimonianza diretta di Barbareschi, frutto di un lavoro di sbobinatura, selezione e montaggio ragionato delle numerose interviste rilasciate dal sacerdote. Nella seconda e terza parte sono raccolte diverse testimonianze di persone vicine a don Barbareschi. La quarta e la quinta parte propongono alcune meditazioni di don Giovanni, scritte in varie occasioni e su diversi temi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy