Economia: Conte, “siamo per delle politiche espansive, austerity non adatta per l’attuale congiuntura”

“Siamo per delle politiche espansive in materia economico-sociale. L’abbiamo rivendicato e credo che ci sia una diversa sensibilità in Europa”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, parlando ai giornalisti a New York dopo l’apertura del dibattito dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. “C’è una consapevolezza diffusa che le politiche di austerity del passato non sono assolutamente adatte a reggere questa congiuntura economica. Siamo in una fase di contrazione delle attività economiche”, ha proseguito il premier riferendosi ad export e domanda interna che “sono complessivamente deboli”. “Questo – secondo Conte – è il momento in cui dobbiamo assolutamente, intelligentemente, nell’interesse di tutti i Paesi europei e non solo dell’Italia, impostare delle manovre che, pur nel rispetto delle regole sfruttino tutte le pieghe normative per realizzare una politica di crescita”. “Quando parliamo di Patto di stabilità e crescita”, ha osservato il premier, “la parola strategica è crescita, la stabilità è una premessa per affrontare e sviluppare la crescita. Ma nessuno può intendere la stabilità come un concetto fine a se stesso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy