Papa Francesco: a Dicastero per la comunicazione, “le riforme sono quasi sempre faticose”, ma “il cammino va avanti con lungimiranza e prudenza”

“Le riforme sono quasi sempre faticose, e anche quella dei media vaticani lo è”. È quanto scrive il Papa, nel discorso consegnato durante l’udienza ai membri del Dicastero per la comunicazione, ai quali si è rivolto parlando a braccio. “Possono esserci stati dei tratti di strada particolarmente difficili, possono esserci stati anche dei fraintendimenti, ma sono contento di vedere che il cammino va avanti con lungimiranza e con prudenza”, prosegue Francesco: “So dello sforzo che avete fatto per utilizzare al meglio le risorse che vi sono affidate, contenendo i costi improduttivi. Grazie al vostro lavoro il Papa parla in quasi quaranta lingue – è un vero ‘miracolo pentecostale’! Grazie a voi il magistero del Papa e della Chiesa viene letto sulla carta, viene ascoltato sulla radio, viene visto sulle reti televisive e sui siti e condiviso attraverso i social media, nel sempre più vorticoso mondo digitale”. “Per la Chiesa la comunicazione è una missione”, sottolinea il Papa: “Nessun investimento è troppo alto per diffondere la Parola di Dio. Allo stesso tempo ogni talento deve essere ben speso, fatto fruttare. Anche su questo si misura la credibilità di quel che diciamo. Inoltre, per rimanere fedeli al dono ricevuto, bisogna avere il coraggio di cambiare, mai sentirsi arrivati, né scoraggiarsi. Occorre sempre rimettersi in gioco, uscire dalle proprie false sicurezze e abbracciare la sfida del futuro. Precorrere i tempi non è spegnere la memoria del passato, è mantenerne vivo il fuoco”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo