Facoltà teologica Triveneto: “La testimonianza cristiana nel contesto postmoderno” al centro del nuovo numero di “Studia patavina”

“La testimonianza cristiana nel contesto postmoderno” è il tema al centro del nuovo numero di “Studia patavina”, la rivista della Facoltà teologica del Triveneto. L’approfondimento – articolato in quattro contributi – si propone come un dialogo con il pensiero di Christoph Theobald. Il teologo gesuita franco-tedesco ha tenuto, nel novembre dello scorso anno, la prolusione di inizio anno accademico alla facoltà e un seminario per i docenti. Theobald ha indicato una figura di Chiesa caratterizzata da alcuni segni, come “la riscoperta della dimensione della fraternità e un esercizio non autoritario del servizio dell’autorità, la pratica dell’ascolto della Parola condivisa tra credenti e non credenti e il discernimento comunitario”, spiega Stefano Didoné, coordinatore del focus. In relazione a questo, e sotto la spinta missionaria impressa da Papa Francesco alla Chiesa, si susseguono i quattro articoli: “Il legame sociale nella prospettiva del Regno. La sfida del vivere insieme”, di Alessio Dal Pozzolo; “Santità ospitale e testimonianza cristiana. La generatività della fede alla prova del pluralismo culturale”, di Stefano Didonè; “Discernere e deliberare insieme. Percorsi negli Atti degli Apostoli”, di Augusto Barbi; “La testimonianza cristiana nella prospettiva della ‘pastorale della generazione’”, di Giovanni Giuffrida. Il nuovo numero di “Studia patavina” è arricchito da altri articoli dedicati alla “Veritatis gaudium”, al tema della sinodalità e al bene comune. Non da ultimo un contributo su “Il futuro del Nord Est: una questione da porre”. Il volume (al costo di 17 euro) può essere richiesto a studiapatavina.abbonamenti@fttr.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo