This content is available in English

Consiglio d’Europa: in agenda violenza domestica e città interculturali. Segretario generale Buric al vertice sul clima

(Strasburgo) Il ruolo della polizia nella lotta contro la violenza domestica sarà al centro della conferenza, organizzata da Consiglio d’Europa e presidenza francese del Comitato dei ministri, che servirà per fare “uno scambio di buone prassi volto ad evidenziare nuove misure che consentano alla polizia di combattere più efficacemente la violenza domestica” (Strasburgo, 24-25 settembre). Nell’agenda settimanale del Consiglio d’Europa ci sono anche le celebrazioni per il 25° anniversario della Commissione contro il razzismo e l’intolleranza (Ecri, Parigi 26-27 settembre), con una conferenza che farà il punto su questi 25 anni di lotta e guarderà alle nuove sfide, e con un seminario sulle “strategie di lotta contro il discorso dell’odio e la violenza a carattere omofobico e transfobico”. Tra gli eventi sotto l’egida del Consiglio anche la riunione annuale dei coordinatori del programma “Città interculturali” (Odessa, 25-26 settembre) e un seminario sulla partecipazione dei giovani rom (Centro europeo della gioventù, Strasburgo, 24-26 settembre). Si attende inoltre la pubblicazione del rapporto sulla visita del Comitato anti-tortura in Russia nel 2018 (24 settembre). Quanto al segretario generale, Marija Pejčinović Buric (nella foto), sarà a New York per la 74ª Assemblea generale delle Nazioni Unite. Sue le parole soddisfazione all’annuncio del governo maltese di avviare un’indagine pubblica sull’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo