Venezuela: mons. Moronta (Cev), “no a negoziazioni con chi ha optato per dittatura e tirannia”

“Non è possibile negoziare con persone che hanno optato per la dittatura e la tirannia”. Lo ha affermato ieri parlando con alcuni giornalisti il vicepresidente della Conferenza episcopale venezuelana, mons. Mario Moronta, vescovo di San Cristóbal. La gente, ha detto il presule, “si sta interrogando su come continuare a sopravvivere evitando che sopraggiunga la morte”. Descrivendo la situazione sempre più drammatica del Paese dal punto di vista sociale ed economico, il vescovo ha aggiunto: “C’è un clima da caccia alle streghe, così nessuno vuole parlare, tutti si sentono perseguitati o sorvegliati”. La Chiesa ha alzato la sua voce “ma pare non sia stata ascoltata e apprezzata”. In questo contesto viene bocciato l’accordo dell’esecutivo “con rappresentanti minoritari di un fazione dell’opposizione” per consentire che si tengano le elezioni parlamentari. Si tratta, secondo mons. Moronta, di cose che “favoriscono soltanto il Governo nella sua permanenza al potere”. Non può esistere, secondo il vescovo, un “dialogo fruttuoso”, mentre “le elezioni presidenziali sono l’unica cosa urgente e necessaria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori