Diocesi: Bari, pièce sulla sclerosi multipla e concerto in cattedrale per le “Notti sacre 2019”

Proseguono le serate della decima edizione di “Notti sacre 2019”, la rassegna di arte, musica, pensiero, preghiera, spettacolo, organizzata dalla diocesi di Bari-Bitonto nelle chiese del centro storico di Bari. Domani, domenica 22 settembre, alle 19, sulla terrazza del Carmine sarà presentato “Più di una regina. Una donna, la sua malattia, la resilienza” di Onofrio Pagone, con le letture di Lino De Venuto. La sclerosi multipla non perdona, ma neppure la burocrazia. È una narrazione biografica autorizzata, scritta su richiesta espressa di una donna, Maria Elena, che ha voluto far sapere come alla malattia si possa comunque opporre la forza del sorriso. Alle 21, in cattedrale, sarà proposta la “Petite Messe Solennelle” di Rossini, diretta da Sabino Manzo. La partitura riavvolge quasi quattro secoli di storia della musica, negli stili più adatti ad un’opera cameristica. Dal Kyrie in polifonia accompagnata al Christe in reminiscenze palestriniane; dall’aria mozartiana classica all’aria italiana del primo ottocento; duetti d’avanguardia (qui tollis); cori maestosi in stile operistico (Gloria e Credo); lo stile tedesco bachiano (cum sancto spiritu, et vitam venturi). Spazio anche per una meditazione pianistica tra Haydn e Beethoven (off ertorio).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori