San Francesco: Assisi, tutte le celebrazioni in programma il 3 e il 4 ottobre

Celebrazioni eucaristiche, la simbolica offerta dell’olio per le lampade votive e un premio. Tornano i riti per il santo Patrono d’Italia, Francesco d’Assisi, nella sua città. A rendergli omaggio, quest’anno, – a nome di tutti i Comuni italiani – sarà la Regione Toscana, che donerà l’olio per le lampade che ardono dinanzi alla sua tomba. In ricordo di Frate Jacopa, la nobildonna romana amica di san Francesco presente alla Porziuncola nell’imminenza del Transito, sarà assegnata la “Rosa d’argento”,  riconoscimento attribuito a una donna del nostro tempo testimone di fede, speranza e carità. E quest’anno andrà a Zaira Conti. La consegna si svolgerà il 3 ottobre, giorno del Transito, alle 11, durante la messa presieduta da padre Claudio Durighetto, ministro provinciale dei Frati Minori dell’Umbria, nella Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli. Alle 17.30, la celebrazione dei Primi Vespri “nel Transito di San Francesco” presieduti da mons Giovanni Paolo Benotto, arcivescovo di Pisa, con l’assistenza del card. Agostino Vallini, legato pontificio per le Basiliche di Assisi. Partecipano i Vescovi della Toscana, mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e i ministri generali e provinciali delle famiglie francescane con i pellegrini delle diocesi della Toscana. L’fferta dei doni sarà compiuta da dal sindaco di Assisi, del sindaco di Firenze in rappresentanza dei comuni della Toscana e dal card. Giuseppe Betori in rappresentanza della Conferenza Episcopale Toscana. In serata, alle 21, nel santuario di San Damiano, mons. Paolo Giulietti, arcivescovo di Lucca, terrà una veglia con i giovani della Toscana, mentre alle 21.30, sulla piazza e nella basilica di Santa Maria degli Angeli, p. Roberto Genuin, ministro generale dei Frati Minori Cappuccini, presiederà una veglia di preghiera con la processione aux-flambeaux. Per il 4 ottobre, festa di san Francesco, alle 10, in diretta tv su Rai Uno, dopo l’accoglienza delle autorità da parte del Custode del Sacro Convento, p. Mauro Gambetti, il card. Giuseppe Betori. arcivescovo di Firenze, con i vescovi della Toscana, presiederà la messa solenne. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, accenderà la “Lampada votiva dei Comuni d’Italia” con l’olio offerto dalla Regione Toscana. Alle 16, nella basilica inferiore, io vespri nella cappella papale presieduti dall’arcivescovo di Siena, mons. Augusto Paolo Lojudice.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori