Ungheria: iniziato il conto alla rovescia per il Congresso eucaristico internazionale che si terrà tra un anno

L’Ungheria il prossimo anno ospiterà (per la seconda volta, dopo il 1938) il Congresso eucaristico internazionale. Dal 13 settembre 2020 arriveranno persone da tutti i continenti per partecipare alla serie di eventi che avranno luogo in Ungheria. Manca un anno dall’inizio. Il conto alla rovescia è stato avviato dal card. Péter Erdő, arcivescovo di Esztergom-Budapest, alle ore 16 nella piazza antestante la basilica di Santo Stefano di Budapest, alla presenza del nunzio apostolico Michael August Blume e del vescovo Gábor Mohos, direttore della Segreteria del Congresso eucaristico internazionale. In questo evento spettacolare si è esibito anche un coro di cento membri e il Complesso di danza Hajdú di Debrecen.

Durante l’evento è stato avviato l’orologio che conta alla rovescia il tempo che manca all’inizio del Congresso eucaristico internazionale di Budapest, segnalando quanti giorni e quante ore mancano all’inizio di questo avvenimento mondiale. A simboleggiare il carattere internazionale dell’evento sulle scalinate della basilica si sono schierati settanta portatori di bandiere, con le bandiere di settanta nazioni.
Il saluto ai presenti è stato pronunciato dal vescovo Gábor Mohos, il direttore della Segreteria che preparerà il Congresso. “Siamo fiduciosi che il Congresso eucaristico internazionale non sarà solamente una serie di programmi che durerà una settimana, ma che anche nel periodo di preparazione desterà rinnovamento e spirito di iniziativa che si porteranno avanti anche dopo il Congresso”, ha sottolineato il presule.
Oggi è cominciata la registrazione agli eventi del Congresso. Info sul sito.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo