Colombia: vescovi del Chocó in vista di elezioni regionali, “candidati e votanti esercitino diritti e doveri politici con responsabilità”

In prossimità delle elezioni regionali, che si terranno in ottobre, i vescovi delle diocesi del dipartimento occidentale del Chocó (mons. Carlos Barreto di Quibdó, mons. Mario De Jesús Álvarez di Istmina-Tadó e mons. Hugo Alberto Torres di Apartadó) hanno diffuso ieri una nota congiunta, nella quale si invitano i candidati e tutti gli elettori a votare e a esercitare i loro diritti e doveri politici con la massima responsabilità, in vista di una “vera attenzione per un dipartimento in crisi umanitaria, economica, sociale e ambientale”.
I vescovi, nel documento strutturato in sette punti, sottolineano tra l’altro la necessità di “campagne austere e trasparenti”, perché “è dimostrato che gli eccessi di pubblicità, cene e viaggi che circondano le campagne politiche sono finanziati da spacciatori impegnati nel traffico di droga, nell’estrazione illegale, nel contrabbando e in economie illegali”.
Data la realtà del territorio del Chocó, colpito dal conflitto armato e dalla criminalità organizzata, i presuli sottolineano che “è assolutamente necessario governare con prospettive di pace”, a partire da “un approccio di diritto e sviluppo integrale”.
Per questo, sono richieste “proposte vere, concrete e realizzabili” da parte dei candidati e “maturità politica” da parte dei cittadini chiamati a garantire “controllo sociale e politico sui pubblici servitori”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo