Papa Francesco: udienza, nelle isole Mauritius “ho manifestato l’apprezzamento per l’impegno di armonizzare le differenze”. “Colpito da ciò che i vescovi fanno per la realizzazione dei poveri”

foto SIR/Marco Calvarese

“La giornata di lunedì scorso è stata dedicata alla visita alla Repubblica di Mauritius, nota meta turistica, ma che ho scelto come luogo di integrazione tra diverse etnie e culture”. È la terza tappa del viaggio in Africa, che il Papa ha ripercorso oggi davanti a circa 12mila fedeli. “Nel corso degli ultimi due secoli, a quell’arcipelago sono approdate diverse popolazioni, specialmente dall’India; e dopo l’indipendenza ha conosciuto un forte sviluppo economico e sociale”. “A noi può sembrare strano, ma loro vivono così l’amicizia, che è naturale”, ha commentato a braccio Francesco: “Quando sono entrato in episcopio, c’era un bel mazzo di fiori, bellissimo: era stato inviato dall’imam in segno di fratellanza”. “La santa Messa è stata celebrata presso il Monumento di Maria Regina della Pace, in memoria del Beato Jacques-Désiré Laval, detto ‘apostolo dell’unità mauriziana’”, le parole del Papa: “Il Vangelo delle Beatitudini, carta d’identità dei discepoli di Cristo, in quel contesto è antidoto contro la tentazione di un benessere egoistico e discriminatorio, ed è lievito di vera felicità, impregnata di misericordia, di giustizia e di pace”. “Sono stato compito di quello che i vescovi fanno per la realizzazione dei poveri”, l’omaggio a braccio. “Nell’incontro con le autorità di Mauritius, ho manifestato l’apprezzamento per l’impegno di armonizzare le differenze in un progetto comune, e ho incoraggiato a portare avanti anche nell’oggi la capacità di accoglienza, come pure lo sforzo di mantenere e sviluppare la vita democratica”, ha spiegato il Santo Padre. “E sono tornato ieri, in tarda serata”, ha concluso il Papa a braccio, ricordando che “prima dopo il viaggio, vado sempre dalla Madonna, dalla Salus Populi Romani, perché sia lei ad accompagnarmi come madre, a dirmi cosa devo fare, a custodire le mie parole e miei gesti. Con la Madonna ci vado sicuro!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo