Economia: Conte (premier), “abbiamo aperto una stagione riformatrice, all’Europa chiediamo un patto perché ci lasci il tempo di realizzare questo progetto”

(Foto: Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“Con l’Europa vorrei stabilire un patto. Abbiamo una stagione riformatrice, che non si esaurisce in qualche mese evidentemente. Abbiamo bisogno di un po’ di tempo”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, dopo aver incontrato questa mattina a Bruxelles la presidente eletta della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il presidente uscente del Consiglio Ue, Donald Tusk. “Vogliamo fare un patto con l’Europa per rendere l’Italia completamente digitalizzata, vogliamo orientare completamente il nostro sistema industriale verso una green economy”, ha spiegato il premier, aggiungendo che “dobbiamo fare degli investimenti che ci consentano crescita economica, di orientare il Paese verso lo sviluppo sostenibile, verso una maggiore occupazione e di maggiore qualità”. “Questo è il nostro programma”, ha ribadito Conte che lancia un appello a istituzioni e partner europei: “Consentiteci anche di realizzare questi investimenti, per un periodo di tempo lasciateci realizzare questo progetto”.
“Il nostro obiettivo è la riduzione del debito”, ha chiarito il premier: “Non stiamo dicendo che non vogliamo tenere i conti in ordine, non stiamo dicendo che il nostro obiettivo non è la riduzione del debito. Ma lo vogliamo fare attraverso la crescita economica, una crescita ragionata e investimenti produttivi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo