Don Luigi Sturzo: Roma, domani la Riunione plenaria dopo il Convegno internazionale a Caltagirone di giugno per “leggere i segni dei tempi”

Un momento di confronto nel delicato frangente politico che il Paese vive. Un’occasione per continuare a leggere, “uniti e insieme”, i segni dei tempi alla luce di un “metodo” che, ieri come oggi, può orientare la dimensione politica, sociale e culturale del nostro Paese. Questo intende rappresentare la Riunione plenaria, prevista per domani, giovedì 12 settembre, dalle ore 15 alle ore 17.30, presso l’Istituto “Luigi Sturzo” a Roma, a cui prenderanno parte gli esperti, i testimoni, i rapporteur e i relatori che si sono resi protagonisti durante il Convegno internazionale sturziano, svoltosi dal 14 al 16 giugno a Caltagirone in occasione del centenario dell’“appello ai liberi e forti”. “L’intento – si legge in una nota – è quello di proseguire il dialogo avviato con questo incontro che ha registrato una notevole produzione di contributi, in primis la Lettera autografa di Papa Francesco”. Nel corso dell’appuntamento di domani verranno presentati gli atti del Convegno e sarà rilanciata la Dichiarazione finale firmata, nella giornata conclusiva, dai membri del comitato promotore e scientifico, Salvatore Martinez, Matteo Truffelli, Nicola Antonetti, Gaspare Sturzo, Francesco Bonini, Lorenzo Ornaghi. “Un prezioso documento, da cui si evincono tre prospettive e due impegni comuni, memori dei 12 punti programmatici proposti dall’appello”, sottolinea la nota.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo