Università Cattolica: Roma, il 12 settembre conferenza internazionale “Organizing for Health” per i 10 anni di Altems

L’organizzazione è la migliore medicina per il sistema sanitario: nasce da questo tema la conferenza internazionale “Organizing for Health”, promossa dall’Alta scuola di Economia e management dei sistemi sanitari (Altems) della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica, che si terrà giovedì 12 settembre alle 9.30 nell’Auditorium della sede di Roma (largo F. Vito, 1). Quattro le parole-chiave che declineranno il ruolo dell’organizzazione per promuovere l’efficacia e l’efficienza dei sistemi sanitari: sfide, innovazione digitale, valori, cambiamento. Intorno a questi temi si alterneranno il confronto e gli interventi di esperti nazionali e internazionali. I lavori saranno aperti da Franco Anelli, rettore dell’Ateneo, Domenico Bodega, preside della Facoltà di economia, e Rocco Bellantone, preside della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Ateneo. Quattro le sessioni – “Challenges”, “Digital innovation”, “Change”, “Value” – con interventi, fra gli altri, di Walter Ricciardi, Yinghao Chen, Silvio Brusaferro, Magda Rosenmoeller, Paolo Benanti, Giovanni Scambia. Alle 17.30 avrà inizio la tavola rotonda su “Organizing for Health”, alla quale parteciperanno fra gli altri Marco Elefanti, Antonio Gaudioso, Andrea Mandelli, Francesco Ripa di Meana, Massimo Scaccabarozzi. “Non c’è buona medicina senza organizzazione – spiega Americo Cicchetti, direttore Altems –. Il Servizio sanitario nazionale italiano è tra i pochi a livello europeo ad aver mantenuto un’impronta universalistica anche se l’accessibilità ai servizi e la loro qualità è variabile a seconda delle regioni e spesso al loro interno”. “La variabilità degli esiti clinici dipende solo in parte dal livello innovativo dei farmaci disponibili, dalla presenza di robot chirurgici o dalla presenza di bravi medici: essa risiede anche nella qualità dell’organizzazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo