Società: Acli, il 52° incontro nazionale di studi dal 12 al 14 settembre a Bologna su “mobilità sociale e democrazia”

“In continuo movimento. Le Acli, la mobilità sociale e la democrazia”. È il titolo del 52° Incontro nazionale di studi organizzato dall’Associazione cristiana dei lavoratori, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna. Il convegno è in programma nel capoluogo emiliano-romagnolo dal 12 al 14 settembre, nel teatro Arena del Sole.
Il perché del titolo lo spiegano Roberto Rossini, presidente nazionale delle Acli, e Filippo Diaco, presidente delle Acli Bologna: “Ci stiamo trasformando in una società in cui le opportunità di miglioramento della propria condizione sociale sono sempre più limitate e dove un meccanismo fondamentale delle democrazie liberali risulta inceppato – scrivono nella lettera di invito -. Il deficit di mobilità sociale comporta delle conseguenze dirette sulle condizioni di vita delle persone”. Tutto questo “ci interroga – continuano i due presidenti – come associazione che ha nelle proprie finalità statutarie la promozione dei lavoratori e lo sviluppo integrale di ogni persona”.
Tra gli appuntamenti di rilievo della tre giorni, il dialogo tra Elisabetta Gualmini, europarlamentare, Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze sociali, e Giulio Santagata in programma il 12 settembre; quello tra mons. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, Romano Prodi, Roberto Rossini e con la partecipazione di Ivano Marescotti, attore e regista, il 13 settembre; l’intervento – in apertura dell’ultima giornata – di Shahrzad Houshmand Zadeh, teologa musulmana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia