Ludopatia: Mestre, dal 22 settembre “Venezia in salute 2019: Fuorigioco. Vinci quando smetti”

“Fuorigioco. Vinci quando smetti” è il titolo scelto per l’edizione 2019 di “Venezia in Salute”, che approfondirà il tema del gioco d’azzardo patologico. La manifestazione – che prevede anche il 22 settembre in piazza l’incontro con i cittadini – si apre come di consueto con il convegno scientifico, in programma al Padiglione Rama dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre. Una due giorni di analisi e di riflessione – costruita con la collaborazione dei Servizi per le Dipendenze, delle due aziende sanitarie veneziane – sia per la cittadinanza, per spiegare a tutti come il gioco non sia un vizio o un atteggiamento sbagliato, ma una vera e propria patologia, che, come tale, va affrontata e curata, sia per i camici bianchi, per capire quali strumenti abbiano a disposizione nella cura di questi pazienti. Tre le novità sostanziali di questa edizione, la collaborazione con TAXI1729, l’associazione di comunicazione e formazione scientifica formata da scienziati che, a cavallo tra matematica e psicologia, si occupa di economia, pensiero creativo e gioco d’azzardo e che proporrà le proprie performance. Alla mattinata di studi sono stati invitati anche più di 300 studenti di alcune scuole veneziane, nella convinzione che prevenzione e consapevolezza siano lo strumento primario per affrontare il problema e che si debba partire dai giovani per farlo. “Venezia in salute”, iniziativa nata nel 2010, è organizzata dall’Omceo Venezia, con il suo braccio operativo culturale, la Fondazione Ars Medica, in stretta sinergia con il Comune di Venezia – Assessorato alla Coesione sociale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy