Incendi Amazzonia: vescovi colombiani, “appello ai Governi e alla comunità internazionale per fermare devastazione e degrado”

Di fronte agli incendi che hanno colpito vaste zone dell’Amazzonia e di fronte alla generalizzata crisi ambientale, la Conferenza episcopale colombiana (Cec) esprime in una nota la sua preoccupazione “per questa grande tragedia” e chiede “un impegno di solidarietà a tutti i Governi del mondo, poiché la crisi ecologica e i cambiamenti climatici sono minacce gravi per la casa comune”.
Un appello, dunque, quello dei vescovi colombiani, a tutta la comunità internazionale, del continente e nazionale a “unire gli sforzi al fine di frenare la devastazione e il degrado ambientale nell’Amazzonia.
La nota della Cec invita a vedere la questione in modo globale e non territoriale, tenendo conto che la soluzione ha radici umane e sociali, “a partire dai fondamenti dell’ecologia integrale”. Inoltre, “bisogna garantire un livello di vita degno per gli abitanti dell’Amazzonia, facendo sì che vengano coinvolti come attori e soci nella cura e nella protezione dell’ampio bioma amazzonico”.
La nota evidenzia i gravi danni che la deforestazione sta portando alla zona amazzonica colombiana ed esprime vicinanza alle comunità colpite dalla distruzione dell’ecosistema: “Una volta di più esprimiamo il nostro dolore e accompagniamo con la nostra solidarietà i fratelli dei dipartimenti di Amazonas, Cauca, Caquetá, Guainía, Guaviare, Meta, Putumayo, Vaupés y Vichada, testimoni impotenti degli abusi di coloro che cercano il loro arricchimento personale soprattutto a partire dallo sfruttamento ambientale di queste terre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori