Diocesi: Milano, mons. Delpini ricorda i vescovi defunti. “Chiediamo la grazia di essere Chiesa unita, libera, senza essere trascinata qua e là da ogni vento”

“In questa celebrazione siamo invitati a contemplare le figure dei nostri vescovi defunti in particolare Schuster, Montini, Colombo, Martini, Tettamanzi. Li sentiamo vicini, li sentiamo presenti nella comunione dei santi, sempre vivi nella memoria e nel cammino della nostra Chiesa”. Lo ha affermato mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano, nell’omelia della messa a suffragio del beato card. Alfredo Ildefonso Schuster e dei vescovi defunti che hanno guidato la diocesi ambrosiana. “Vorremmo chiedere la grazia che il frutto del ministero dei vescovi milanesi defunti sia un frutto che rimanga: vogliamo, con la grazia di Dio – ha detto Delpini nel duomo milanese – continuare a essere il segno della presenza del Regno nella storia e nella terra di questa diocesi”. “Chiediamo la grazia di continuare a essere la Chiesa unita, libera, lieta, vicina a ogni uomo e donna senza essere trascinata qua e là da ogni vento, di essere immersi nella vita senza omologazione, di essere un segno di benevolenza senza mendicare approvazione e consensi, di avere la tenacia dell’originalità cristiana senza chiusure allo Spirito che sempre sorprende e converte”. Delpini ha concluso: “Chiediamo la grazia di essere la santa Chiesa di Dio che è in Milano, la Chiesa di Ambrogio e Carlo, la Chiesa di Schuster, Montini, Colombo, Martini, Tettamanzi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori